Info Visita RCM Registrati Aiuto Eventi@MI Cerca Novità Home Page di RCM Logo di RCM Logo associazioni.millano.it
Up One Level  Up One Level
New Message  New Message
Reply  Reply
Forward  Forward
Previous in Thread  Previous in Thread
Previous Unread  Previous Unread
Next in Thread  Next in Thread
Next Unread  Next Unread
Help  Help
FAQ  FAQ
  Message  

Message 

Postmark
   
Home Page  •  RCMWEB  •  ComitatoMilanoPerL'Uomo  •  ComitatoMilanoPerL'Uomo  •  Message
 
  Sunday 2 January 2005 11:41:56  
From:
Maurizio Rotaris   Maurizio Rotaris
 
Subject:

Re(3): L'accoglienza dei sans papier

 
To:
ComitatoMilanoPerL'Uomo   ComitatoMilanoPerL'Uomo
 
Lettera aperta alla Maiolo

Le comunità aiuteranno i clandestini

Pronti anche a “venire boicottati” dal Comune. Dicendo così addio a fondi e convenzioni. Avanti da soli, pur di “continuare ad aiutare chiunque, indipendentemente dallo status giuridico”. Anche i clandestini, dunque.
I protagonisti del non profit dettano la loro linea sull’accoglienza ai clochard in città.
Lo fanno in una lettera all’assessore alle politiche sociali Tiziana Maiolo. Trenta righe, firmate da don Antonio Mazzi, presidente di Exodus, Mario Furlan dei City Angels, Maurizio Rotaris di SOS Stazione Centrale e Padre Clemente Moriggi dei Frati di San Francesco.
“Aiuteremo tutti. E speriamo di poterlo fare insieme con te” scrivono.
Altrimenti ognuno per la sua strada.
Sembra il punto di non ritorno. Dopo giorni di distinguo sui modi in cui affrontare l’emergenza freddo. Prima l’appello delle associazioni “ci sono oltre 20 letti liberi. Apriamo i dormitori pubblici agli irregolari” Poi la replica della Maiolo: “Non possono chiedermi di violare la legge””
Ora la resa dei conti. “Il testo unico sull’immigrazione consente di dare assistenza sanitaria a chiunque abbia bisogno”, rivendica Furlan. Ma “se vogliamo chiudere gli occhi davanti al problema, allora basta seguire le indicazioni dell’assessore Maiolo” rincara la dose Rotaris.
Porte aperte ai clandestini, dunque “E’ la nostra missione umanitaria” dicono dalle associazioni. Una questione etica ? Niente affatto, replica la Maiolo. “Il Comune ha sempre mostrato grande tolleranza verso le asociazioni. Traduco ? Non abbiamo mai fatto controlli sui centri” Quindi ? “E’ solo una questione economica”. Nata risponde l’assessore, dopo la gara d’appalto per la gestione dei ricoveri comunali di via Maggianico e via Anfossi. Appalto assegnato alla Progest Spa. Perso proprio da City Angels, Progetto Arca e Fondazione Fratelli di San Francesco. “Chi ha scritto quella lettera – conclude la Maiolo – non è in buona fede.

St.

Corriere della Sera
Cronaca di Milano
 2 gennaio 2005


Galateo - Privacy - Cookie