Biografia di Sandro Antoniazzi

Milano, maggio 2003

Sandro Antoniazzi è nato a Milano il 30 ottobre 1939 nel quartiere dell'Ortica.
È sposato e ha due figlie.
È laureato in economia e commercio all'Università Cattolica di Milano.
Ha iniziato a lavorare nel 1958 all'Ufficio formazione della CISL di Milano.
Nel 1960 ha fondato, insieme ad altri, i "Giovani lavoratori", organizzazione cattolica che formerà molti militanti nei luoghi di lavoro.
Nel 1962, a fianco di Pierre Carniti vince il congresso dei metalmeccanici CISL di Milano, che diventerà un'organizzazione di punta del sindacalismo italiano.
Nella FIM di Milano è dapprima responsabile organizzativo e poi segretario dal 1968 al 1972, gli anni caldi del sindacato.
E' redattore e poi direttore di "Dibattito sindacale", rivista che contribuisce al rinnovamento sindacale.
Dal 1972 è segretario dell'Unione CISL di Milano per il settore sociale e la scuola.
Dal 1979 al 1988 segretario generale della CISL di Milano. In questo ruolo, fonda il sindacato inquilini SICET e nel 1979 il CESIL, il primo centro sindacale per gli immigrati.
Dal 1988 al 1992 è segretario generale della CISL lombarda. In questi anni promuove due nuove riviste: "Ottavo giorno" sui paesi dell'est; "Politica e amicizia" sui cambiamenti socio politici che interessano il sindacato.
E' chiamato dal Cardinal Martini a far parte della commissione "Iustitia et Pax".
Nel 1992, di fronte alla scelta di entrare nella segreteria confederale, opta, in piena emergenza-Tangentopoli, per la presidenza del Pio Albergo Trivulzio, succedendo a Mario Chiesa.
Dal 1994, lasciato il Trivulzio, si è dedicato alle Fondazioni sociali ambrosiane. E' stato presidente della Fondazione S. Carlo e della Vincenziana ed è attualmente membro dei Consigli di Aministrazione dell'Istituto S. Vincenzo e della Fondazione S. Andrea.
In questi anni si sta dedicando, oltre ai problemi sociali di Milano, alle questioni della finanza etica. E' componente del primo Consiglio di Amministrazione della Banca Etica, di AGEMI e della Fondazione Lombarda Antiusura.
Ha scritto, nel corso degli anni, varie pubblicazioni e libri, in particolare: "Lettera alla classe operaia" (1979), "Il sindacalista" (1982), "Il lavoro oggi" (1986).
Nel 2001, accettando di candidarsi per la coalizione di centro sinistra nelle elezioni del Sindaco di Milano, è entrato in Consiglio Comunale.
In questi ultimi anni ha contribuito a fondare due nuove associazioni, "Comunità e lavoro", organizzazione che si prefigge contemporaneamente di approfondire una nuova cultura del lavoro e di formare nuovi militanti, e "Il Buongoverno", associazione culturale per l'elaborazione di proposte di politica locale, che uniscono allo studio dei problemi il legame con l'esperienza democratica della società civile.

 
Home