Info Visita RCM Registrati Aiuto Eventi@MI Cerca Novità Home Page di RCM Logo di RCM Logo associazioni.millano.it
Up One Level  Up One Level
New Message  New Message
Reply  Reply
Forward  Forward
Previous in Thread  Previous in Thread
Previous Unread  Previous Unread
Next in Thread  Next in Thread
Next Unread  Next Unread
Help  Help
FAQ  FAQ
  Message  

Message 

Postmark
   
Home Page  •  Rete Civica di Milano  •  Hobbies  •  Viaggi e Turismo  •  SUD  •  Message
 
  Tuesday 22 March 2005 18:37:51  
From:
Vincenzo Sassone   Vincenzo Sassone
 
Subject:

Non solo pizza....

 
To:
SUD   SUD
Viaggi e Turismo   Viaggi e Turismo
 
Attachments:
Centro Direz.(1).jpg  Centro Direz.(1).jpg 120K
Centro Direz.(2).jpg  Centro Direz.(2).jpg 105K
Centro Direz.(3).jpg  Centro Direz.(3).jpg 108K
Centro Direz.(4).jpg  Centro Direz.(4).jpg 100K
Centro Direz.(5).jpg  Centro Direz.(5).jpg 107K
Centro Direz.(6).jpg  Centro Direz.(6).jpg 114K
Centro Direz.(7).jpg  Centro Direz.(7).jpg 109K
Centro Direz.(8).jpg  Centro Direz.(8).jpg 99K
Centro Direz.(9).jpg  Centro Direz.(9).jpg 99K
Centro Direz.(10).jpg  Centro Direz.(10).jpg 98K
Centro Direz.(11).jpg  Centro Direz.(11).jpg 98K
Centro Direz.(12).jpg  Centro Direz.(12).jpg 67K
 
Non solo pizza….!

            Napoli è celebre per la pizza , le canzoni, i mandolini, il caffè, per la schiettezza, la comunicativa, il buon cuore dei suoi abitanti. Ma tutte queste doti e caratteristiche l’hanno fatta sempre apparire come legata al passato e a schemi di vita tradizionali, spesso non al passo dei tempi.
            Le cause sono da ricercare certamente nella sua storia, ma anche nel suo impianto urbanistico compreso in una stretta fascia costiera a ridosso delle retrostanti colline. Le mutate condizioni di vita moderne non l’hanno vista, nel recente passato, mettersi al passo dei tempi per tutta una serie di blocchi, di vincoli paesaggistici, archeologici e strutturali.
             L’abnorme concentrazione di edifici pubblici e privati aveva congestionato il centro cittadino  e si rendeva necessario ricorrere ai ripari. Si scartò l’idea di ricorrere ad una Napoli due, come è stato fatto in altre città, per non dilatare le distanze, adottando la soluzione del Centro Direzionale.
              Il risultato è stato veramente ottimo, Ora Napoli ha una nuova città nella città, Il nuovo Centro direzionale sorto in un’area di 110 ettari a ridosso del centro cittadino, alle spalle della stazione ferroviaria; con svincoli per le principali autostrade è a pochi minuti dall’aeroporto di Capodichino. Fra qualche mese il
Centro sarà raggiunto dalla nuova metropolitana.
              Il progetto del Centro direzionale è stato fatto dall’architetto giapponese Kenzo Tange ( purtroppo proprio, oggi mentre scrivo, è giunta la notizia della sua morte avvenuta all’età di novantadue anni ) Il progetto ha previsto la divisione su due distinti livelli  del traffico pedonale e veicolare. I viali superiori sono riservati al traffico pedonale, mentre quello inferiore, sotterraneo, è destinato a quello veicolare.
              Il complesso è diviso in diciotto isole delle quali, alcune sono cotruzioni dette
piastre di altezza non superiore ai 25 metri altre  invece arrivano fino a cento metri e sono chiamate torri. La costruzione del centro non è giunta al suo completamento ma avrà ulteriori ampliamenti..
               Allego alcune foto che potranno dare un’idea della originalità del complesso

Vincenzo

Desktop:\RCM\Società e Politica|Ricerca Sociale&storica\Sud
http:\\fc.retecivica.milano.it/rcmweb/rssweb/forum6/index.htm



Galateo - Privacy - Cookie