Info Visita RCM Registrati Aiuto Eventi@MI Cerca Novità Home Page di RCM Logo di RCM Logo associazioni.millano.it
Up One Level  Up One Level
New Message  New Message
Reply  Reply
Forward  Forward
Previous in Thread  Previous in Thread
Previous Unread  Previous Unread
Next in Thread  Next in Thread
Next Unread  Next Unread
Help  Help
FAQ  FAQ
  Message  

Message 

Postmark
   
Home Page  •  Rete Civica di Milano  •  Palazzo dello Sport  •  Archivio  •  Message
 
  Thursday 30 December 1999 00:16:35  
From:
Fiorello Cortiana   Fiorello Cortiana
 
Subject:

doping 2 il mostro

 
To:
VERDI   VERDI
 
Cc:
C-O Tutto Sport   C-O Tutto Sport
Palazzo dello Sport   Palazzo dello Sport
CMI Sport&TempoLibero   CMI Sport&TempoLibero
Italia Democratica - LD   Italia Democratica - LD
club dell'ulivo   club dell'ulivo
 
IL DOPING DI STATO HA ORMAI GENERATO
UN MOSTRO, IL MERCATO PARALLELO
 CON LE NARCOMAFIE

QUADRO SINTETICO DELL'ATTIVITA' GIUDIZIARIA E DI POLIZIA, DEGLI ULTIMI DUE ANNI, RELATIVA AL DOPING.
(ciò che risulta dal nostro punto d'osservazione)

DISCIPLINE SPORTIVE INTERESSATE:
 Body building, Ciclismo, Pesistica, Atletica, Pugilato, Calcio, Rugby, Nuoto, Sci,

SOGGETTI INTERESSATI:
Direttore sportivo, manager e team manager, titolari e soci di palestre, responsabili di piccole aziende-grossisti-commercianti-rappresentanti di medicinali, medici, preparatori sportivi, massaggiatore , istruttori, atleti, personale paramedico, meccanico

LUOGHI INTERESSATI:
 Palestre, Farmacie, abitazioni di istruttori-manager-atleti, camere d'albergo, società sportive, studi medici, ospedali, veicoli delle società sportive, esercizi commerciali specializzati nella vendita di integratori e di materiale sportivo, sedi di federazioni sportive,


SETTORI SPORTIVI INTERESSATI:
 professionistico, dilettantistico, amatoriale, juniores

SOSTANZE SEQUESTRATE:
 Corticosteroidi, Cortisonici, Eritropoietina-Epo ( al primo posto per produzione efatturato nel mondo- notevole discrepanza tra la quantità prodotta dall'industria farmaceutica e quella in commercio-ciò fa pensare alla presenza di un mercato nero), Globuren 4000(impiegato in medicina contro le anemie e le insufficienze renali), Plegine-sostanza compresa nella tabella degli stupefacenti,Anfetamine, Somatotropina-Ormone della crescita (R-H, GH, GF), Synacthen Depot(contenente Acth-ormone  Adenopcorticotropo, che produce testosterone naturale), Eprex 4000 e Epositin 4000 (ovvero l'Epo sintetico) Lidocaina, Anabolizzanti(Testovis-utilizzato generalmente contro l'impotenza e l'iposessualità,Sustanon,Deca Durabolin-coadiuvante nel trattamento dell'osteoporosi, Testoviron-Depot, Primobolan, Winstrol-Depot prodotto in Spagna e non commerciabile in Italia sin dal 1994, Trophobolene-venduto nelPrincipato di Monaco, Dynabolon),Profasi, Oxandrolone-utilizzato nei tumori alle ossa per combattere la decalcificazione, Andriol Testosterone Undecanoato,  Efedrina, Caffeina, Animine-farmaco a base di caffeina, Testosteroni, Steroidi, Plegine, Ormoni anabolici di uso veterinario per sviluppare la muscolatura dei cavalli,prodotti in Australia(Boldebal-h), Emagel(un diluente che può essere utilizzato per abbassare l'ematocrito in vista dei controlli del sangue), Carvasin(azione cardiaca), estratti di corteccia surrenale
Farmaci ad uso esclusivo ospedaliero, Farmaci scaduti, Prodotti e preparati non compresi nella farmacopea ufficiale,                                                                                                                                                                      

RISCHI PER LA SALUTE:
 Trombosi, insufficienza cardiaca, arresto cardiaco,
PAESI DI PROVENIENZA DELLE SOSTANZE SEQUESTRATE:
 
Spagna, Belgio, Germania, Grecia, Russia, Romania, Svizzera, Principato di Monaco, Australia,

REATI IPOTIZZATI:
 Associazione per delinquere (416) finalizzata in falso ideologico in certificati (481)-finalizzata all'adulterazione, truffa (640), commercio o somministrazione di medicinali in modo pericoloso per la salute pubblica o guasti (445, 443), cessione di stupefacenti (art.73 l.309).
Illecito sportivo (401), abuso d'ufficio, falso per soppressione di documentazione, esercizio abusivo della professione di farmacista, esercizio abusivo della professione medica, contraffazione di sostanze alimentari e medicinali, ricettazione di farmaci ospedalieri, peculato, truffa ai danni del Servizio Sanitario Nazionale, commercio di specialità medicinali diverse da quelle autorizzate, lesioni personali,

PROCURE INTERESSATE:

Bologna- indagine che interessa farmacie, importatori illegali di prodotti doping, medici coinvolti nelle somministrazioni, atleti di diverse specialità sportive;
Lucca- indagini sul mancato blitz dei Carabinieri al Giro d'Italia del 1996;
 Arezzo- indagini preliminari sui rapporti tra il CONI e l'Università di Ferrara e sulle attività della Farmacia bolognese "Giardini Margherita";
 Torino- indagini sul calcio, sul ciclismo, sulle Aziende farmaceutiche e sul CONI;
 Roma- indagini sul Laboratorio Anti Doping di Roma, Procura che dovrebbe anche indagare sull'imbroglio a suo tempo perpetrato sulle urine di Anna Maria Di Terlizzi con l'intento di denigrare Sandro Donati, uno dei tecnici del CONI da sempre impegnato contro la degenerazione delle pratiche dopanti;
 Piacenza- indagine sul sequestro di sostanze anabolizzanti e di farmaci dopanti;
 Ferrara- indagine sui rapporti, finalizzati alla pratica del doping, tra il CONI, le Federazioni Sportive e l'Università di Ferrara;
 Venezia- indagine sulla diffusione del doping a livello giovanile;
 Trento- indagini su due filoni riguardanti il ciclismo: il primo a seguito del sequestro di sostanze e farmaci dopanti alla squadra professionistica Technogym e il secondo su Marco Pantani ed altri;
 Savona- indagine a seguito di sequestri di sostanze anabolizzanti nel sollevamento pesi;
 Cagliari- indagini a seguito di un grosso sequestro di anabolizzanti e sulla rete di importatori clandestini dalla Spagna;
 Trani- indagine a seguito del sequestro di sostanze anabolizzanti presso palestre e sulle connessioni tra mondo del culturismo e altri sport nella diffusione delle sostanze dopanti;
 La Spezia- indagine a seguito di sequestri di sostanze anabolizzanti;
 Brescia- indagine sul ciclismo e su dirigenti e tecnici della Federazione Ciclistica Italiana;
Palermo- indagine su una rete internazionale di traffici di sostanze dopanti che interessa l'Italia, la Grecia e la Spagna;
Viterbo- indagine a seguito di sequestri di sostanze dopanti riguardanti palestre e diverse discipline sportive nel Lazio, in Umbria e in Toscana;
 Tolmezzo- indagine a seguito del ritrovamento di confezioni, vuote, di prodotti anabolizzanti.


A queste indagini vanno aggiunte quelle che si stanno svolgendo presso alcune Procure straniere, in Francia, in Svizzera, in Belgio, che riguardano anche medici ed atleti italiani. Una delle inchieste francesi ha visto il coinvolgimento del ciclista professionista italiano Rodolfo Massi per traffico di ormoni anabolizzanti e di Gh tra il Messico e l'Europa.




TRE CASI INDICATIVI
Il 5 Gennaio1999 i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Milano hanno trovato, in due distinte zone della città, 35 barattoli da un chilogrammo di testosterone, per complessivi 35 chilogrammi!
Se è realistica l'ipotesi di un dosaggio di assunzione giornaliera individuale di 50 milligrammi, la quantità di
testosterone sequestrata era sufficiente a soddisfare il fabbisogno di 7000 consumatori per un anno. La cosa è già   eclatante in sé, ma se consideriamo la casualità del sequestro  ci dobbiamo chiedere quale è la dimensione del traffico che non viene intercettato;
Nel Maggio 1999 a Cipro la Polizia locale ha denunciato il furto ( gli inquirenti hanno parlato di furto su commissione) di più di 4 milioni di fiale di eritropoietina , che le autorità cipriote hanno giudicato come destinate al mercato nero. Occorre notare che nelle settimane successive, in Italia, il costo dell'Epo al mercato nero è crollato: secondo le dichiarazioni rese agli inquirenti da alcuni ciclisti il costo dell'Epo era passato dalle usuali 70000-100000 lire a fiala a sole lire 12000;
 Nel 1996 l'allora Procuratore di Lugano Carla Del Ponte si era occupata di una vicenda di vendita e traffico illegale di anfetamine tra Svizzera e Italia, protagonisti un farmacista svizzero, poi condannato, e due trafficanti italiani. Si trattava della vendita di anfetamine per 1.380.000 dosi. Il farmacista ha dichiarato che le anfetamine servivano tanto il mercato italiano del ciclismo amatoriale, quanto quello delle discoteche e delle prostitute.    


Cosa ricaviamo da questo quadro riassuntivo?
- E' divenuta una consapevolezza comune la responsabilità delle istituzioni e delle federazioni sportive  nell'aver promosso, in collaborazione con medici sportivi ed università, la pratica del doping come "doping di stato", oggi sappiamo che tante delle nostre medaglie e tante vittorie dei nostri campioni erano dovuti ad una pratica sportivamente sleale e pericolosa per la salute. Da tempo il Coni ha iniziato una vera attività antidoping con la campagna "Io non rischio la salute".
        
- Oggi è importante diventare consapevoli  che, anche se il "doping di stato" è finito, esso ha generato un mostro che interessa anche gli amatori e i ragazzi, un mercato parallelo delle sostanze che trova evidenti connessioni con la criminilità  organizzata delle narcomafie.
  
  - Dobbiamo essere consapevoli che i giovani sono i destinatari di questo traffico, dalle droghe di sintesi nelle discoteche alle sostanze dopanti nelle palestre. E' la logica ferrea dell'additivo chimico, della fuga da sé, dai propri limiti, dalle proprie responsabilità, che si propone come cultura omologante.
   
 - L'approvazione tempestiva della legge anti-doping alla Camera è importante e deve essere affiancata da una riforma del sistema sportivo e dei suoi fondamenti sociali e culturali, nonché da una informazione franca ed efficace sugli effetti delle sostanze a partire dalle scuole per arrivare ai campi sportivi e alle palestre.
    
- Occorrono interventi preventivi e repressivi coordinati a livello europeo ed internazionale.


                                                      Sen. Fiorello Cortiana
                         ( Capogruppo Verdi-l'Ulivo inComm. Istruzione, Sport e Cultura)



Galateo - Privacy - Cookie