Info Visita RCM Registrati Aiuto Eventi@MI Cerca Novità Home Page di RCM Logo di RCM Logo associazioni.millano.it
Up One Level  Up One Level
New Message  New Message
Reply  Reply
Forward  Forward
Previous in Thread  Previous in Thread
Previous Unread  Previous Unread
Next in Thread  Next in Thread
Next Unread  Next Unread
Help  Help
FAQ  FAQ
  Message  

Message 

Postmark
   
Home Page  •  Rete Civica di Milano  •  Palazzo dello Sport  •  Archivio  •  Message
 
  Sunday 28 May 2000 19:35:29  
From:
Lorenzo Pallotta   Lorenzo Pallotta
 
Subject:

sport? impossibile

 
To:
Palazzo dello Sport   Palazzo dello Sport
 
lo sport è un diritto di tutti vi allego copia di una lettera che abbiamo spedito alla federazione italiana nuoto ed al comune.
siamo una squadra di pallanuoto ed oltre ad esserci solo due piscine a milano (private) adatte alla pratica da due anni le nuove regole "per favorire lo sport" ci costringono a migrare per tutta la regione. quest'anno per giocare in casa siamo costretti ad andare a vigevano. oltre a questo ci sono i costi scandalosi che giovani studenti devono sopportare per affittare la piscina (gestite da strozzini) per le inutili tasse della federazione che in tutta risposta ci ha consigliato di smettere lo sport e di diventare arbitri. carini..... è semplicemente scandaloso!!!!, ma quale milano europea



lettera:
Buongiorno,
scrivo al CONI in quanto sembra che la FIN non sia raggiungibile via e-mail.
Il mio nome è Luca Guardamani, ho 25 anni e vivo a Milano.
Scrivo per denunciare un grave comportamento da parte della locale sede FIN che va decisamente contro il senso comune e la funzione che essa dovrebbe espletare.
Ecco i fatti.
Leggo oggi sul Corriere della sera che il campionato di pallanuoto inizierà con 15 minuti di ritardo per protestare contro l'involuzione di questo sport. Io, con altri ragazzi (più o meno 25 persone) stiamo cercando di organizzare una squadra per prendere parte al campionato lombardo di pallanuoto  di serie D e il problema principale che stiamo incontrando è la disponibilità di "spazio acqua" data la scarsità di impianti adatti nella regione Lombardia. Voglio sottolineare che il mio gruppo si allena già da 2 mesi in un impianto che purtroppo per vari motivi non può essere sede di partite casalinghe. Per risolvere il problema abbiamo pensato di rivolgerci alla sede locale FIN chiedendo un elenco delle piscine omologate per partite di pallanuoto a livello di serie D confidando, vista la necessità soprattutto in questo periodo di fare di tutto per diffondere uno sport che fatta eccezione per poche regioni è assolutamente moribondo, di trovare grande disponibilità nei confronti di una nuova società che voleva in
traprendere un campionato ufficiale FIN. Ebbene, la risposta è stata di rassegnarci perchè l'unica piscina che avevamo trovato con disponibilità la domenica pomeriggio non può essere accettata data la scarsità numerica dei giudici di gara che non permette di arbitrare anche le serie minori durante il weekend, che piscine libere non ce ne sono e non ne troveremo certamente e di smettere l'attività per fare gli arbitri!!!!!
Ora, il mio gruppo è determinato a partecipare a questo campionato e quindi non è assolutamente nostra intenzione arrenderci, ma mi sembra che questo atteggiamento non sia positivo né per invogliare nuove società a cimentarsi nella pallanuoto, nè tantomeno a trovare nuovi arbitri se questi devono essere atleti rassegnati a non poter giocare per mancanza di spazio nelle strutture esistenti.
Termino esprimendo il mio disappunto per l'accaduto e con la speranza che la riorganizzazione che il CONI sta affrontando possa rimediare a inefficienze di questo tipo che non fanno altro che allontanare la gente dallo sport, e che il mio gruppo possa riuscire nonostante la inesistente collaborazione e disponibilità da parte della FIN a partecipare al campionato.
Distinti saluti.



Galateo - Privacy - Cookie