Info Visita RCM Registrati Aiuto Eventi@MI Cerca Novità Home Page di RCM Logo di RCM Logo associazioni.millano.it
Up One Level  Up One Level
New Message  New Message
Reply  Reply
Forward  Forward
Previous in Thread  Previous in Thread
Previous Unread  Previous Unread
Next in Thread  Next in Thread
Next Unread  Next Unread
Help  Help
FAQ  FAQ
  Message  

Message 

Postmark
   
Home Page  •  Rete Civica di Milano  •  Scienza e Tecnologia  •  Orologio di Einstein  •  Message
 
  Wednesday 25 October 2006 09:47:21  
From:
fabio.morgia@siemens.com,RCM Service GW   fabio.morgia@siemens.com,RCM Service GW
 
Subject:

Re(2): orologio di luce

 
To:
Orologio di Einstein   Orologio di Einstein
 
25/10/2006 09:47:21

Sergio Chiodo writes:
>fabio.morgia@siemens.com,RCM Service GW scrive:
>Facendo un "giro" su internet non sono riuscito a trovare nulla
>che rispondesse alla mia domanda, o però trovato questo forum ed
>allora approfitto per porla a voi:
>mentre è facile calcolare la dilatazione dei tempi del sistema in
>movimento quando il raggio di luce risulta ortogonale alla direzione della
>velocità, non riesco a farlo se tale raggio è diretto
>parallelamente a tale velocità, cioe se giro l'orologio di 90 gradi.
>
>
>Non so se ho capito bene la tua domanda, provo a rispondere.
>Il motivo per cui si usa l'orologio di luce in direzione ortogonale alla
>velocità è che le lunghezze ortogonali non sono soggette a
>nessuna contrazione, come è facile dimostrare.
>Se invece si usa la direzione longitudinale, le lunghezze si contraggono,
>anzi si può usare proprio questa tecnica per dimostrare la
>contrazione delle lunghezze, partendo dal presupposto dell'uguaglianza dei
>tempi di percorrenza.
>sono stato molto sintetico, se lo sono stato troppo chiedi pure
>ciao

E' proprio quello che ho fatto.
La relazione tra i tempi con l'orologio in posizione ortogonale è:   
1)   t= t0/sqrt(1-v^2/c^2)

L'unica relazione che ho trovato tra il sistema in moto e quello fermo è:
2)  d/t=d0/t0

Se sostituisco la relazione 1 nella due trovo un allungamento e non una contrazione delle lunghezze!
Dove sbaglio?

Grazie



Galateo - Privacy - Cookie