Info Visita RCM Registrati Aiuto Eventi@MI Cerca Novità Home Page di RCM Logo di RCM Logo associazioni.millano.it
Up One Level  Up One Level
New Message  New Message
Reply  Reply
Forward  Forward
Previous in Thread  Previous in Thread
Previous Unread  Previous Unread
Next in Thread  Next in Thread
Next Unread  Next Unread
Help  Help
FAQ  FAQ
  Message  

Message 

Postmark
   
Home Page  •  Rete Civica di Milano  •  le Associazioni  •  ANPI  •  Message
 
  Saturday 25 February 2006 01:12:12  
From:
Alessandro Rizzo   Alessandro Rizzo
 
Subject:

Destra e camere a gas Europarlamento contro Fiamma

 
To:
ANPI   ANPI
anpi-LD   anpi-LD
 
Le comunità ebraiche: indignati. Forza Italia lo difende
Destra e camere a gas Europarlamento contro il leader della Fiamma
L'Unione attacca. Romagnoli al premier: strumentalizzato
Gian Guido Vecchi

dal Corriere - 24 febbraio 2006

«Mi sento oltraggiato, indignato». Il presidente del parlamento europeo Josep Borrell, socialista spagnolo, fatica a trovare le parole per «lo scetticismo dimostrato da un membro del Parlamento europeo, Luca Romagnoli, sull'esistenza delle camere a gas». Ieri ha sillabato: «Non si può impunemente mettere in dubbio l'Olocausto». Non immaginava che di lì a poco il segretario della Fiamma Tricolore, con Alessandra Mussolini, avrebbe incontrato Berlusconi a Palazzo Grazioli.
«Ma davvero hai detto così?», gli chiede il premier. E Romagnoli dice che è tutto falso, prima ha prodotto una lunga nota dove non c'è mai scritto che lui non dubita delle camere a gas: solo un reticente «non ho mai inteso mettere in dubbio l'efferatezza e i crimini che in nome di qualsiasi ideologia siano stati commessi a danni di popoli o minoranze». Poi sostiene di non essere antisemita, «la sinistra ha strumentalizzato le mie parole». Ma la frase «le camere a gas sono esistite? Francamente non ho nessun mezzo per poter affermare o per negare» è stata debitamente registrata da Sky Tg 24. Del resto ieri ha aggiunto: «Non mi interessa, ho una posizione neutra e non faccio lo storico».
Chiaro che il mondo ebraico sia sconcertato. «Le ceneri dei miei nonni si stanno rivoltando a Birkenau», sospira Emanuele Fiano, figlio di Nedo, uno dei grandi testimoni della Shoah (della sua famiglia, 11 persone, tornò solo lui). Fiano è anche un esponente diessino: «Chiederò agli europarlamentari Ds di aprire a Bruxelles un procedimento per verificare la compatibilità di Romagnoli. Accuso Berlusconi, per un cinico interesse ad ogni singolo voto, di aver sdoganato e reso più forte la destra negazionista». Per Yasha Reibman, portavoce della comunità milanese, «da un lato abbiamo Diliberto e dall'altro Romagnoli che coprono le posizioni dell'Iran, sia chi brucia le bandiere sia chi nega la Shoah fomenta l'antisemitismo. Ma l'essenziale è che i due schieramenti abbiano una politica estera chiara».
Dalla Cdl arrivano reazioni col contagocce. «Non sono certo io a fare gli accordi», taglia corto Marcello Pera. Ma l'azzurro Francesco Giro parla di «una straordinaria forzatura di un ragionamento storico pronunciato con qualche leggerezza di troppo ma senza alcuna intenzione di negare l'Olocausto». Nel centrosinistra tutti ripetono: vergogna. «Ciò che rende ancor più inquietante la vicenda è che Berlusconi sta costruendo con questi un'alleanza politica e programmatica», dice D'Alema. E Rutelli: «Berlusconi è pronto a raccattare tutto pur di avere i voti di neofascisti e nazisti?».
Ieri Carlo Azeglio Ciampi era in visita al Museo ebraico, accanto alla Sinagoga romana, e ha detto: «Così come nessun uomo della mia generazione può dimenticare la tremenda giornata del rastrellamento degli ebrei di Roma, nessuno può dimenticare la Shoah».



Galateo - Privacy - Cookie