Info Visita RCM Registrati Aiuto Eventi@MI Cerca Novità Home Page di RCM Logo di RCM Logo associazioni.millano.it
Up One Level  Up One Level
New Message  New Message
Reply  Reply
Forward  Forward
Previous in Thread  Previous in Thread
Previous Unread  Previous Unread
Next in Thread  Next in Thread
Next Unread  Next Unread
Help  Help
FAQ  FAQ
  Message  

Message 

Postmark
   
Home Page  •  Rete Civica di Milano  •  le Associazioni  •  ANPI  •  Message
 
  Monday 27 February 2006 16:02:01  
From:
Alessandro Rizzo   Alessandro Rizzo
 
Subject:

Il saluto del presidente Romano Prodi

 
To:
ANPI   ANPI
anpi-LD   anpi-LD
 
ANPI - XIV Congresso Nazionale
Il saluto del presidente Romano Prodi
al 14° Congresso Nazionale dell’ANPI
Carissimi amici dell’ANPI,
sottoscrivo al cento per cento il titolo bello e impegnativo che avete voluto dare al vostro 14° Congresso. L’occasione che vi vede riuniti cade in un periodo densissimo e pieno di conseguenze per la vita politica presente e futura del nostro Paese, nel bel mezzo di una campagna elettorale aspra e dura, in cui a tutti è richiesto di dare il massimo con generosità ed entusiasmo.
Sono proprio gli impegni legati alla campagna elettorale che non mi permettono di essere oggi presente all’apertura del vostro Congresso. Voglio però ringraziarvi per il vostro invito, che ho accolto con un gesto di attenzione e che è per me la conferma dell’amicizia forte e della stima che ci lega e che ci unisce.
Queste mie brevi parole sono dunque per testimoniarvi la mia gratitudine e la mia vicinanza, e per rinnovarvi il mio impegno nella difesa della Costituzione nata dalla Resistenza, dei valori di libertà, democrazia, solidarietà che la animano e che hanno ispirato il meglio della nostra storia repubblicana.
Ora, questo patrimonio di ideali e di civiltà, la Costituzione degli italiani, viene incoscientemente stravolto da una maggioranza, che non ha il senso della storia e non riconosce come dovrebbe il valore fondante della Resistenza per la nostra Repubblica. La nostra Costituzione è stata oggetto di un mercanteggiamento, che ne snatura l’impianto e l’ispirazione di fondo. A questo disegno abbiamo deciso di rispondere con fermezza e ci siamo pertanto impegnati raccogliendo le firme per il referendum. Un referendum che vinceremo.
E, intanto, ora, ci dobbiamo impegnare, in queste ultime settimane di campagna elettorale, raccogliendo quanti più cittadini possibile intorno al nostro progetto, intorno alla nostra proposta, per vincere le elezioni del 9 aprile, per restituire all’Italia un futuro di dignità, di pace, di sviluppo.
Nella certezza di condividere con voi questi pensieri, vi saluto, esprimendo i miei migliori auguri per la riuscita ed il successo del vostro Congresso.
Per il bene dell’Italia.
Romano Prodi


Galateo - Privacy - Cookie