Info Visita RCM Registrati Aiuto Eventi@MI Cerca Novità Home Page di RCM Logo di RCM Logo associazioni.millano.it
Up One Level  Up One Level
New Message  New Message
Reply  Reply
Forward  Forward
Previous in Thread  Previous in Thread
Previous Unread  Previous Unread
Next in Thread  Next in Thread
Next Unread  Next Unread
Help  Help
FAQ  FAQ
  Message  

Message 

Postmark
   
Home Page  •  Rete Civica di Milano  •  le Associazioni  •  ANPI  •  Message
 
  Tuesday 7 March 2006 01:10:18  
From:
Alessandro Rizzo   Alessandro Rizzo
 
Subject:

OPERAZIONE BALENA - (UNTERNEHMEN WALFISCH)

 
To:
ANPI   ANPI
 
LIBRERIA BIBLI
via dei Fienaroli, 28 - tel.06-5814534 (Trastevere)
20 MARZO ORE 17,30
presentazione del libro
OPERAZIONE BALENA - (UNTERNEHMEN WALFISCH)
di Carla Guidi
sulla testimonianza di Sisto Quaranta,
deportato civile del massiccio rastrellamento del quartiere
Quadraro durante l’ultimo conflitto mondiale
INTERVERRANNO OLTRE AGLI AUTORI:
la prof.ssa Elvira Paladini, Direttrice Museo di via Tasso
il dott. Fabio Galluccio, Segretario Circolo Giustizia e Libertà,
il prof. Giorgio Cortellessa, Edizioni Associate.
Sono passati più di sessant’anni ormai dai tragici avvenimenti dell’aprile del ’44, episodio storico noto come il rastrellamento del Quadraro, nel quale vennero catturati con un’azione militare massiccia ed improvvisa alle 5 del mattino, ben 947 maschi tra i 16 ed i 55 anni, portati nei campi di concentramento di Fossoli come prigionieri politici con il triangolo rosso appuntato sul petto.
Essendo il quartiere noto come covo di partigiani, ricettacolo di renitenti alla leva, sabotatori ed oppositori al regime, il progetto iniziale era la loro eliminazione, piano convertito successivamente con la deportazione in Germania, condizioni di vita ai limiti della sopravvivenza e possibilità di ritorno inesistenti. Questi prigionieri, trasformati in “lavoratori volontari” insieme a molti altri provenienti da altre nazioni, furono ricordati successivamente come “gli schiavi di Hitler.
Nei campi di concentramento di Fossoli, e poi in quello di lavoro di Duderstadt, il testimone Sisto Quaranta, rimase prigioniero e divenne lavoratore forzato in condizioni di pura sopravvivenza, sopportando umiliazioni e rischi giornalieri, infine la libertà riconquistata ed il rientro a Roma. Ancora oggi non è conosciuto il numero completo dei superstiti. L’opera non si limita però all’episodio detto, inserito nel contesto storico attraverso testimonianze dirette, ma descrive la vita del quartiere alle sue origini e nei primi anni del fascismo, dà uno spaccato di quella Roma popolare, con alcune note sulle zone archeologiche e sui vissuti di chi ne viveva a contatto, descrivendo anche la nascita degli studi di Cinecittà e la partecipazione corale dei protagonisti. L’opera, patrocinata e sponsorizzata dal X Municipio, presentata il 17 aprile del 2004 nell’ambito delle manifestazioni promosse congiuntamente nel quartiere dal VI e X Municipio, vuole approfondire l’argomento, diffonderne la memoria e, a pochi giorni dalla ricorrenza, suscitare l’interesse intorno a questo episodio, non ricordato abbastanza nei testi scolastici e forse ignorato o dimenticato da molti romani che vivono ancora la città, e le sue radici storiche, con inconsapevole superficialità, ma giustamente riconosciuto ed insignito, nel sessantesimo dell’episodio, con la medaglia d’oro al merito civile dal Presidente della Repubblica C.A.Ciampi. Vuole soprattutto dare spazio al desiderio del sig. Quaranta di continuare a diffondere la sua testimonianza, per far conoscere, soprattutto alle giovani generazioni, il valore della riflessione storica per un progetto di pace mondiale.
BREVI NOTE SULL’AUTRICE
Carla Guidi scrive settimanalmente su “Telesport” di arte, teatro e letteratura, sul “Foglio del Paese delle donne” e collabora alla rivista “Lazio ieri e oggi”. Recentemente ha pubblicato “COME LE BESTIE” - Monologhi e tre corti teatrali - Onyx Edizioni, sponsorizzato nell’ambito della 14° Edizione di “Lune di primavera 2004”, manifestazione multiculturale promossa dal Comitato Internazionale 8 marzo, in collaborazione con la Regione Umbria, Comune e Provincia di Perugia, Centro per le pari opportunità, sempre per Onyx Edizioni “Un ragazzo chiamato Anzio” sulle vicende dello sbarco del 1944 e sulla costruzione del Cimitero di guerra di Nettuno - presentato il 25 aprile 2005 dall’Assessorato alla Provincia di Roma e del Comune di Anzio.


Galateo - Privacy - Cookie