Info Visita RCM Registrati Aiuto Eventi@MI Cerca Novità Home Page di RCM Logo di RCM Logo associazioni.millano.it
Up One Level  Up One Level
New Message  New Message
Reply  Reply
Forward  Forward
Previous in Thread  Previous in Thread
Previous Unread  Previous Unread
Next in Thread  Next in Thread
Next Unread  Next Unread
Help  Help
FAQ  FAQ
  Message  

Message 

Postmark
   
Home Page  •  Rete Civica di Milano  •  le Associazioni  •  ANPI  •  anpi-LD  •  Message
 
  Wednesday 30 April 2008 13:05:56  
From:
Alessandro Rizzo   Alessandro Rizzo
 
Subject:

Primo 25 aprile senza il comandante Bulow

 
To:
anpi-LD   anpi-LD
 
25 aprile 1945/25 aprile 2008

63 anni dalla Liberazione

Primo 25 aprile senza il comandante Bulow

http://enricocerquiglini.splinder.com/

 

Ricordare la Resistenza e la Liberazione diventa oggi un dovere civile. Vivere in un’epoca come la nostra, in cui sembrano saltati tutti i parametri democratici, richiede coraggio e coordinate sicure. La Resistenza, la dignità e il rigore morale di uomini come Arrigo Boldrini e di decine di migliaia di giovani che nella lotta contro il nazifascismo hanno dato la vita, è lì (e speriamo qui) a ricordarci l’importanza della Libertà, della Giustizia e dell’Uguaglianza.

 

Due poesie per Bulow: la prima di Roberto Dall’Olio (poeta di straordinaria ispirazione civile), la seconda di Luca Ariano (voce originale e viva della poesia contemporanea).

E per finire un mio testo, un omaggio a chi anonimo ha combattuto per la Libertà e la dignità dell’Italia, lasciandoci la vita senza tracce di ricordo.

 

 

ROBERTO DALL’OLIO

 

Per Arrigo Boldrini

 

È mezzogiorno
scatta il minuto di silenzio
è morto Boldrini
eroe della resistenza
lo sappiano i  bambini
quando a Ravenna
gli diedero
la medaglia d’oro
fiero Costituente
il vecchio Bulow
il grande Bulow
comandante partigiano
comunista
di battaglia
costruttore
della nuova patria
rinata
dalla morta
sporca
patria antica
a questa patria
nuova
noi stiamo dando
il peggio
lo spettacolo deleterio
di mangiarsi
il credito
del meglio accumulato
forse il testamento
troppo ricco
l’abbiamo sperperato
spaccando l’Italia
continuandola a spaccare
per bassezze a fiumi
scoramenti
abbattuti
sulla terra liberata
così
di quel giorno
a Ravenna
mi resta in gola
la gioia

 
l’urlo
nella penna

 

 

****

 

LUCA ARIANO



Galateo - Privacy - Cookie