Info Visita RCM Registrati Aiuto Eventi@MI Cerca Novità Home Page di RCM Logo di RCM Logo associazioni.millano.it
Up One Level  Up One Level
New Message  New Message
Reply  Reply
Forward  Forward
Previous in Thread  Previous in Thread
Previous Unread  Previous Unread
Next in Thread  Next in Thread
Next Unread  Next Unread
Help  Help
FAQ  FAQ
  Message  

Message 

Postmark
   
Home Page  •  Rete Civica di Milano  •  le Associazioni  •  ANPI  •  anpi-News  •  Message
 
  Thursday 14 September 2006 00:41:01  
From:
Alessandro Rizzo   Alessandro Rizzo
 
Subject:

Il presidente Giorgio Napolitano ai Partigiani

 
To:
anpi-News   anpi-News
anpi-LD   anpi-LD
 
INCONTRO DEL
PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
GIORGIO NAPOLITANO CON I RAPPRESENTANTI DELLA CONFEDERAZIONE ITALIANA
FRA LE ASSOCIAZIONI COMBATTENTISTICHE E PARTIGIANE
Palazzo del Quirinale, 8 settembre 2006
Caro Presidente Agostini,
cari Presidenti e rappresentanti di tutte le Associazioni Partigiane e Combattentistiche,
cari vecchi amici che vedo qui con grande piacere e commozione.
Ho accolto e vi saluto molto volentieri, e prendendo spunto dalle calorose parole del Presidente Agostini, voglio subito confermarvi "di poter contare sempre, come nel passato, sul sostegno ideale e morale del Presidente della Repubblica".
D'altra parte non potrei assolvere alla mia funzione di rappresentante dell'unità nazionale senza far riferimento alla storia e ai valori che voi rappresentate: la storia della partecipazione sofferta di tanti ad ogni guerra in cui sia stata in causa la bandiera d'Italia; la storia della lotta di Liberazione, attraverso la Resistenza antifascista e antinazista e con il concorso essenziale di forze armate italiane, per la riconquista della libertà e dell'indipendenza nazionale.
Voi rappresentate questa storia, e dunque i valori del senso del dovere patrio, dell'attaccamento agli istituti e ai principi democratici, dell'aspirazione alla pace. E lo avete mostrato mettendo in campo la vostra autorità e la vostra passione in momenti anche difficili della vita dell'Italia repubblicana di questi decenni.
A maggior ragione rappresentate un esempio e un punto di riferimento oggi che l'Italia è chiamata a dare il suo contributo alla costruzione di un mondo più pacifico e più giusto, anche partecipando a missioni e prove impegnative al servizio della causa europea e delle Organizzazioni internazionali, secondo lo spirito e la lettera dell'art. 11 della Costituzione.
Desidero, quindi, rivolgervi il più convinto e intenso riconoscimento per l'impegno che ancora una volta assumete di concorrere alla grande opera comune di trasmissione della memoria storica. E mi complimento anche per le iniziative volte a garantire il passaggio del testimone, come i tempi e lo scorrere delle generazioni prescrivono, soprattutto alle generazioni più giovani e - come Lei ha detto - ai nostri discendenti. È anche questo il segno della vostra lungimiranza e della vostra saggezza.


Galateo - Privacy - Cookie