Info Visita RCM Registrati Aiuto Eventi@MI Cerca Novità Home Page di RCM Logo di RCM Logo associazioni.millano.it
Up One Level  Up One Level
New Message  New Message
Reply  Reply
Forward  Forward
Previous in Thread  Previous in Thread
Previous Unread  Previous Unread
Next in Thread  Next in Thread
Next Unread  Next Unread
Help  Help
FAQ  FAQ
  Message  

Message 

Postmark
   
Home Page  •  Rete Civica di Milano  •  le Associazioni  •  ANPI  •  anpi-News  •  Message
 
  Friday 8 December 2006 15:47:34  
From:
Alessandro Rizzo   Alessandro Rizzo
 
Subject:

Verso il corteo del 12 dicembre... non c futuro senza memoria!

 
To:
anpi-News   anpi-News
anpi-LD   anpi-LD
 
Milano - 12 dicembre 2006 corteo studentesco
Verso il corteo del 12 dicembre... non c’è futuro senza memoria!
Global Project Milano - Martedì 12 dicembre 2006
[ versione per la stampa ]
Le scuole di Milano si stanno preparando all’ultimo corteo dell’anno. Il
12 dicembre, nell’anniversario di piazza Fontana, infatti scenderemo in
piazza da tutte le scuole che già al giorno dopo saranno in mobilitazione
con autogestioni, assemblee, collettivi e proiezioni.
  vai alla pagina di tutte le iniziative di dicembre

Materiali e documenti verso il corteo:
  Leggi il comunicato
  Leggi il volantino
  Guarda la locandina
Leggi i materiali di approfondimento che distribuiremo anche in piazza:
  Nessun futuro senza memoria [ pag1 ]
  Antiproibizionismo [ pag2 ]
  Stop global war, basta basi pag3
  Cultura libera e antifascista [ pag4 ]



--------------------------------------------------------------------------------

Martedì 12 Dicembre ore 9.30 l.go Cairoli

A Milano il 12 dicembre 1969 in piazza Fontana scoppiò una bomba alla
Banca dell’agricoltura.
Quello che si cerca ora di cancellare dalla memoria collettiva non sono
solo i fatti legati a quella giornata, ai reali colpevoli di quello come
di tanti altri attentati, ma soprattutto il fatto che la strategia della
tensione in quegli anni sia stata lo strumento per reprimere i movimenti
sociali, come quelli di studenti e lavoratori, attraverso la paura del
terrorismo di stato e delle bombe.
Una memoria che invece è più che mai da conservare, in quanto unico
strumento per capire come quei meccanismi di repressione, di
proibizionismo e di fomentazione della xenofobia, siano più che mai
attuali, e come quest’ultimo in particolare serva per giustificare le
guerre in Medio Oriente, sbandierate come prevenzione al terrorismo, i
centri di permanenza temporanea, presentati come strumento necessario per
la sicurezza interna, dove invece i diritti dei migranti vengono ogni
giorno calpestati.
E’ per questo che l’insieme ddi questi meccanismi, occero la guerra
globale, ha bisogno invece di una storia scritta su misura, in cui non sia
prevista la memoria storica, parte fondamentale della cultura di ogni
persona e che porta inevitabilmente al rifiuto della guerra in tutte le
sue espressioni, e del fascismo in quanto negazione dei diritti
individuali, che si manifesta continuamente con le politiche
proibizioniste e neoliberiste dei governi.
Ma il luogo che più di ogni altro dovrebbe fornire e garantire la cultura
a tutti, la scuola, viene sempre più svalutata e svenduta alle aziende, e
neanche il nuovo governo, pur dichiarandosi di centro sinistra, ha
cambiato la rotta intrapresa da Morattila.
Ma scendere in piazza contro chi adesso vorrebbe cancellare la memoria
storica, e con essa la visione critica degli avvenimenti attuali, ma al
contrario continuare a rivendicare una cultura, che non trova spazio nella
scuola della precarietà di Fioroni, svenduta alle aziende, dei tagli e
della privatizzazione.

COORDINAMENTO DEI COLLETTIVI STUDENTESCHI DI MILANO E PROVINCIA

Assemblea tutti i mercoledì ore 15.00
Laboratorio radio studentesco dalle 16.00 alle 19.00 in streaming in
diretta dal sito www.radioshock.info
x info: www.cantiere.org ccs@cantiere.org





Galateo - Privacy - Cookie