Info Visita RCM Registrati Aiuto Eventi@MI Cerca Novità Home Page di RCM Logo di RCM
Up One Level  Up One Level
New Message  New Message
Reply  Reply
Forward  Forward
Previous in Thread  Previous in Thread
Previous Unread  Previous Unread
Next in Thread  Next in Thread
Next Unread  Next Unread
Help  Help
FAQ  FAQ
  Message  

Message 

Postmark
   
Home Page  •  Rete Civica di Milano  •  le Associazioni  •  Message
 
  Monday 12 January 2009 12:08:08  
From:
margherita colaci   margherita colaci
 
Subject:

LILA Milano ONLUS ha lo sfratto

 
To:
le Associazioni   le Associazioni
 
Attachments:
LILA Milano ONLUS ha lo sfr.pdf  LILA Milano ONLUS ha lo sfr.pdf 30K
 
Immagine:LOGO_MI.jpg]




LILA Milano ONLUS ha lo sfratto
L’udienza è fissata per il prossimo 16 gennaio.
LILA Milano è ospite del Comune di Milano, in comodato d’uso,
presso i locali del Consiglio di Zona 5.
Il contratto, scaduto nel settembre del 1999, non è stato più rinnovato.
Facciamo appello a tutti coloro che possono darci una mano
per continuare a offrire con stabilità il nostro servizio nella città di
Milano.

Milano, 9 gennaio 2009

Dall’inizio degli anni ’90 LILA Milano ONLUS è ospite del Comune di
Milano, in comodato d’uso, presso i locali del Consiglio di Zona
metricconverterProductID5, in5, in Viale Tibaldi 41. Il contratto, scaduto
nel settembre del 1999, non è stato più rinnovato e, da allora, LILA
Milano cerca una nuova sede.
Il Comune di Milano, nell’avvicendarsi delle diverse amministrazioni, ha
atteso fino a oggi che reperissimo altri locali per trasferirci.
Purtroppo, l’esigenza del Consiglio di Zona 5 di riprendere possesso dei
locali occupati dalla nostra sede è diventata improrogabile. Il Comune di
Milano ha intentato una causa per sfratto nei confronti di LILA Milano e
l’udienza è fissata per il prossimo 16 gennaio.
In questi anni, ci siamo attivati per trovare un’altra sistemazione,
valutando sia alcune proposte segnalateci dal Comune di Milano, sia
alternative diverse. Finora, tutte le soluzioni prospettate si sono
rivelate inadatte per la natura della nostra attività: in alcuni casi per
l’onerosità del canone di locazione, in altri casi per lo stato dei locali
che avrebbero richiesto eccessive spese di adattamento o ristrutturazione.
Non siamo in grado di sostenere un canone di locazione a tariffe di
mercato – preferiamo destinare le risorse economiche alle attività
finalizzate a migliorare la qualità della vita delle persone che si
rivolgono a noi.
Abbiamo bisogno di uno spazio decoroso, di 200 mq, privo di barriere
architettoniche, in una zona non troppo periferica e servita dai mezzi
pubblici. Inoltre, poiché la nostra sede è aperta al pubblico, è
necessario che i locali siano conformi alle disposizioni della legge 626.
La soluzione ottimale dovrebbe trovarsi, come avviene oggi, all’interno di
una struttura pubblica (ma non nei pressi di un Ser.T), o di un luogo
comunque frequentato a diverso titolo da un pubblico vario: una sede
isolata, e individuabile soltanto come “LILA” o come servizio per le
persone tossicodipendenti, scoraggerebbe quegli utenti che temono di poter
essere identificati come persone sieropositive e di diventare bersaglio di
episodi di discriminazione.
Facciamo appello agli Enti della Pubblica Amministrazione: comunale,
provinciale e regionale; alle realtà della Società Civile di Milano e
della Lombardia, ai cittadini e a tutti gli amici che possono darci una
mano per continuare a offrire con stabilità il nostro servizio nella città
di Milano.

CONFERENZA STAMPA
martedì 13 gennaio alle ore 11:00
presso il Negozio Civico CHIAMAMILANO
Largo Corsia dei Servi – Milano


Interverranno:
Massimo OldriniMassimo Oldrini      Presidente di LILA Milano ONLUS
Don Gino Rigoldi             Presidente di Comunità Nuova
Avv. G. Motta   Legale di LILA Milano ONLUS

Contatti:       Margherita Colaci m.colaci@lilamilano.it