Info Visita RCM Registrati Aiuto Eventi@MI Cerca Novità Home Page di RCM Logo di RCM Logo associazioni.millano.it
Up One Level  Up One Level
New Message  New Message
Reply  Reply
Forward  Forward
Previous in Thread  Previous in Thread
Previous Unread  Previous Unread
Next in Thread  Next in Thread
Next Unread  Next Unread
Help  Help
FAQ  FAQ
  Message  

Message 

Postmark
   
Home Page  •  parliamo di RCM  •  Archivio  •  Spoonriver  •  Message
 
  Saturday 13 March 1999 13:20:50  
From:
Roberto Dicorato   Roberto Dicorato
 
Subject:

Re(2): l'incidente di Genova

 
To:
Pierluigi Fiorentini   Pierluigi Fiorentini
 
Cc:
Spoonriver   Spoonriver
 
Pierluigi Fiorentini writes: Sui giornali se ne è parlato poco di questa ragazza.Io sul treno e pulmann che uso per andare tutti i giorni in Malpensa trovo sempre queste ragazze e che si imbarcano subito dopo per un paese lontano. Ne ho conosciute molte e mai ho ritrovato le stesse due volte di seguito.
 Alcune non vogliono farsi chiamare hostess bensì assistenti di volo. Sono sempre molto tristi e il più delle volte il loro lavoro non lo svolgono con molto entusiasmo.
La notizia dell'aereo caduto a Genova ce l'ha data il giornale radio del pulmann e una hostess che stava ascoltando è impallidita e si è messa a tremare.
Quando poi ho saputo che era morta una di loro mi è sembrato di immaginarla tra quelle con le quali  tutte le mattine scambio sempre qualche parola e ne sono rimasto impressionato. Sembrerebbe, da testimonianze di persone che erano su quell'aereo, che quella ragazza si è spezzata le unghie nel tentativo di salvare più gente possibile slacciando da sott'acqua le cinture di sicurezza. E la morte è sopraggiunta per polmonite fulminante.
                                            Pierluigi Fiorentini   


Avrebbe impressionato anche me. Quando ho sentito la storia delle unghie spezzate della hostess sono rimasto di sasso, non pensavo si potesse arrivare ad essere così straordinari, oggi. E' chiaro che non vorrei mai un incidente per nessuno, ma continuo a pensare che il gesto di quella sfortunata ragazza sia un esempio per tutti quelli che si piangono addosso "oh come sono infelice, oh come sono infelice...".

Ultimamente, per esempio, ho ricevuto la mail di una mia amica che al colmo della noia mi ha mandato una massima del tipo "la vita è come la scala di un pollaio: corta e piena di guano". L'ho mandata prontamente a camminarci sopra: lo dico con la massima sincerità e benevolenza, questi infelici da quattro soldi, questi bohemienne della domenica mi hanno rotto le scatole e più che comprensione riceveranno, dall'incidente di Genova in poi, un paio di salutari, tonificanti ceffoni zen.

:] Roberto


Galateo - Privacy - Cookie