Info Visita RCM Registrati Aiuto Eventi@MI Cerca Novità Home Page di RCM Logo di RCM Logo associazioni.millano.it
Up One Level  Up One Level
New Message  New Message
Reply  Reply
Forward  Forward
Previous in Thread  Previous in Thread
Previous Unread  Previous Unread
Next in Thread  Next in Thread
Next Unread  Next Unread
Help  Help
FAQ  FAQ
  Message  

Message 

Postmark
   
Home Page  •  parliamo di RCM  •  Archivio  •  Spoonriver  •  il Giardino  •  Message
 
  Wednesday 9 July 1997 13:09:35  
From:
Robert A. Landon   Robert A. Landon
 
Subject:

Marpa, il traduttore

 
To:
il Giardino   il Giardino
ZEN quotidiano   ZEN quotidiano
 
<<(…)
Durante il sonno, medito sulla luminosità,
riassorbendo ripetutamente le apparenze, io medito.
Anche quando cado nell'ottundimento, non ho timore,
ho la sicurezza di sapere che è unità.

Durante i sogni,  medito sul corpo illusorio,
moltiplicando ripetutamente le apparenze, io medito.
Anche quando cado in pensieri discorsivi, non ho timore,
ho la sicurezza di sapere che sono illusori.

Quando godo dei piaceri dei sensi, medito sulla divinità,
assaporandone ripetutamente il gusto, io medito.
Anche quando vedo bevande e cibi, non ho timore,
ho la sicurezza di sapere che sono offerte rituali.

Quando pratico la via dei mezzi, medito sul corpo di un'altra persona,
generando ripetutamente il piacere, io medito.
Anche quando sembra ordinario, non ho timore,
ho la sicurezza di sapere che è innato.

Al momento della morte, medito la migrazione,
praticando ripetutamente la migrazione, io medito.
Anche quando appaiono i segni di morte, non ho timore,
ho la sicurezza di sapere che è il processo di compimento.

Al momento della morte, entro nel
bardo,
il
bardo è simile a una nuvola o a una nebbia.
Anche se nascono desiderio e odio, non ho timore,
ho la sicurezza di sapere che sono di per sé liberati.>>


dal "… canto di comprensione profonda e di perfetta e sicura padronanza della dottrina" del maestro Marpa, da LA VITA DI MARPA IL TRADUTTORE (pp. 83-84 - a cura di Jacques Bacot  Adelphi 1994).

TO NECROFOROS



Galateo - Privacy - Cookie