Info Visita RCM Registrati Aiuto Eventi@MI Cerca Novità Home Page di RCM Logo di RCM Logo associazioni.millano.it
Up One Level  Up One Level
New Message  New Message
Reply  Reply
Forward  Forward
Previous in Thread  Previous in Thread
Previous Unread  Previous Unread
Next in Thread  Next in Thread
Next Unread  Next Unread
Help  Help
FAQ  FAQ
  Message  

Message 

Postmark
   
Home Page  •  parliamo di RCM  •  Fondazione RCM  •  RappresentanteinCdA LD  •  Message
 
  Saturday 27 April 2002 08:58:55  
From:
Assunta Titti Sassone   Assunta Titti Sassone
Oliverio Gentile   Oliverio Gentile
 
Subject:

Statuto Fondazione RCM: Art. 15

 
To:
RappresentanteinCdA LD   RappresentanteinCdA LD
 
Sono Moderatrice/Moderatore di RCM, ma non sono ancora Socia/o della Fondazione RCM, perche'?

Art.15
Consiglio d’Amministrazione

Il Consiglio d’Amministrazione è composto da un rappresentante per ogni ente fondatore o da un suo delegato, nonché da un rappresentante dei Sostenitori e da un rappresentante dei Partecipanti.
Qualora il numero dei Sostenitori e/o il numero dei Partecipanti superassero rispettivamente le 25 e le 500 unità, essi potranno nominare ciascuno due rappresentanti nel Consiglio d’Amministrazione.
I rappresentanti nel Consiglio d’Amministrazione aumenteranno di una unità rispettivamente ogni 25 Sostenitori o 500 Partecipanti fino ad un massimo di cinque rappresentanti ognuno.
Qualora il contributo o il valore del bene conferito dal Sostenitore sia superiore a lire 50milioni (euro25.822,84), egli avrà diritto ad un suo rappresentante nel Consiglio d’Amministrazione, senza tuttavia poter partecipare alla votazione del rappresentante dei Sostenitori nel loro insieme.
Qualora il numero dei rappresentanti in Consiglio d’Amministrazione dei Sostenitori con quota maggiore di lire 50milioni (euro25.822,84)superi le cinque unità, lo stesso Consiglio d’Amministrazione avrà facoltà di stabilire un numero massimo di tali rappresentanti, disciplinandone le modalità di elezione.
I membri del Consiglio restano in carica secondo quanto qui di seguito disposto:- i membri eletti dall’Assemblea restano in carica secondo quanto stabilito dal regolamento interno di cui all’articolo 20 del presente statuto;- i membri nominati da Comune, Provincia, Regione e Camera di Commercio restano in carica durante il mandato dei rispettivi organi che hanno provveduto alla loro nomina;- gli altri membri restano in carica un quinquennio, fatta salva l’eventuale decadenza dei rappresentanti dei Sostenitori di cui al comma 4 del presente articolo, per il venir meno di tale qualifica.Il Consiglio di Amministrazione ha tutti i poteri per l’Amministrazione ordinaria e straordinaria della Fondazione.
In particolare provvede a:
-       stabilire le linee generali dell’attività della Fondazione ed i relativi obbiettivi e programmi, nell’ambito degli scopi e delle attività di cui agli artt. 2 e 3;
-       approvare il bilancio di previsione ed il rendiconto economico e finanziario, predisposti dal Direttore;
-       fissare il valore minimo delle quote dei Partecipanti e dei Sostenitori e stabilire i criteri e le modalità per la valutazione degli apporti in attività o in beni materiali o immateriali nel rispetto di quanto stabilito dal presente statuto;
-       nominare i Fondatori di cui all’art.9;
-       attribuire la qualifica di Partecipante Onorario della Fondazione alle persone fisiche o giuridiche, pubbliche o private, nonché agli enti di specchiato valore nei settori di attività della Fondazione, la cui partecipazione alla Fondazione sia reputata di prestigio od utilità;
-       deliberare in ordine all’accettazione di eredità, legati e donazioni nonché all’acquisto e l’alienazione di beni mobili ed immobili;
-       svolgere tutti gli ulteriori compiti allo stesso attribuiti dal presente Statuto.
Il Consiglio provvede, a maggioranza assoluta dei Fondatori, a:
-       nominare il Presidente ed uno o più Vice -Presidenti che lo sostituiscono in caso di assenza o impedimento;
-       nominare e revocare il Direttore della Fondazione e stabilire l’eventuale emolumento;
-       deliberare eventuali modifiche statutarie;
-       deliberare in merito allo scioglimento della Fondazione ed alla devoluzione del patrimonio.
Il Consiglio può delegare parte dei propri poteri a singoli Consiglieri e nominare procuratori speciali per singoli atti nei limiti di cui all’art.7 del presente Statuto.
Il Consiglio ha potestà regolamentare nel rispetto di quanto stabilito dal presente Statuto in merito alle modalità di gestione della Fondazione e di ammissione di Partecipanti e Sostenitori.Ha inoltre potestà di disciplinare lo svolgimento della propria attività ed in particolare di adottare e regolare le modalità di riunione più adeguate tenendo conto delle tecnologie disponibili e della necessità di garantire l'espressione del diritto di voto e delle opinioni in merito alle delibere da adottare.


Galateo - Privacy - Cookie