Info Visita RCM Registrati Aiuto Eventi@MI Cerca Novità Home Page di RCM Logo di RCM Logo associazioni.millano.it
Up One Level  Up One Level
New Message  New Message
Reply  Reply
Forward  Forward
Previous in Thread  Previous in Thread
Previous Unread  Previous Unread
Next in Thread  Next in Thread
Next Unread  Next Unread
Help  Help
FAQ  FAQ
  Message  

Message 

Postmark
   
Home Page  •  parliamo di RCM  •  Resume' Conferenze  •  Message
 
  Friday 1 October 2004 15:39:36  
From:
Oliverio Gentile   Oliverio Gentile
 
Subject:

AsLO

 
To:
Resume' Conferenze   Resume' Conferenze
 
AsLO
As
sociazione per la Liberazione degli Operai.    Desktop\ Rete Civica di Milano\ Societa' e Politica\ Polis

L'Associazione è un primo tentativo di organizzazione indipendente degli operai. Nel '91, nel documento di costituzione si affermava:

«La crisi evidenzia la schiavitù degli operai e produce nello stesso tempo la necessità di liberarsi.
Un primo passo è riconoscere che nel ventesimo secolo una classe ha ancora bisogno di un proprio movimento di liberazione.
Per dare un contributo a questo processo proponiamo di dare vita a una:
Associazione per la Liberazione degli Operai.

L'Associazione si colloca fin dall'inizio in una prospettiva internazionale, i rapporti con gli operai di altri paesi, lo scambio di esperienze, le iniziative di solidarietà la dovranno caratterizzare fin dal suo sorgere.
Mai come in questo momento si sente la mancanza assoluta di un centro di collegamento, di una forma di organizzazione che rappresenti socialmente gli operai come classe indipendente.
Un vuoto tanto più grave in quanto la condizione degli operai peggiora sotto i colpi della crisi economica e non c'è sindacato né partito interessati a fronteggiarla.
La proposta dell'Associazione è solo un piccolo passo per colmare questo vuoto, per sollevare la questione operaia in tutto il suo significato storico e sociale.
L'Associazione sostiene ogni movimento e lotta in cui si manifesti, anche se in modo limitato, la necessità della completa liberazione degli operai dalla schiavitù del lavoro salariato.
»

Questo processo storico degli operai oggi è ancora più chiaro. In questi anni si è assistito, e non solo in Italia, a disfacimenti e nascite di partiti. Le classi sociali superiori e frazioni di queste classi cercano ancora nuove forme di rappresentanza politica.
Gli operai come classe rimangono senza un proprio partito. Al contrario la schiavitù degli operai, si è accentuata, per quanto nelle fabbriche si sia fatta sempre più evidente e insopportabile.
Oggi quindi possiamo affermare con forza le suddette convinzioni e, adesso, farle circolare anche su RCM, che ringraziamo per l'opportunità che ci offre.

L'Associazione cura la fattura, la pubblicazione e la distribuzione del giornale "Operai Contro". OC viene distribuito nelle librerie Feltrinelli, oltre che nelle seguenti fabbriche: INNSE, Siemens TLC, Borletti (Corbetta), Riva Hydroart e Falck di Milano; Filati di Novara; Fiat Geotech di Modena.

Saluti a tutti, Roby.



Galateo - Privacy - Cookie