Info Visita RCM Registrati Aiuto Eventi@MI Cerca Novità Home Page di RCM Logo di RCM Logo associazioni.millano.it
Up One Level  Up One Level
New Message  New Message
Reply  Reply
Forward  Forward
Previous in Thread  Previous in Thread
Previous Unread  Previous Unread
Next in Thread  Next in Thread
Next Unread  Next Unread
Help  Help
FAQ  FAQ
  Message  

Message 

Postmark
   
Home Page  •  parliamo di RCM  •  parlano di noi  •  rassegna stampa 1999  •  Message
 
  Friday 1 October 1999 13:38:18  
From:
Loredana Gatta   Loredana Gatta
 
Subject:

"Scopri il tesoro2000" della Fondazione RCM

 
To:
Parlano di noi   Parlano di noi
 
L' iniziativa "Scopri il tesoro2000" della Fondazione RCM (conf Amico di Rete) parte... anche sulla stampa!
Dal mensile CHIP Computer - settembre 1999
Scuola e multimedia - intervista a Roberto Maragliano
Passo dopo passo, la multimedialità sta entrando nella scuola italiana. Tutto ciò segue i piani del Ministero della Pubblica Istruzione.

Il Programma di Sviluppo delle Tecnologie Didattiche (Pstd www.istruzione.it/multimed.htm) prevede che ogni scuola possa dotarsi di strumenti per sviluppare l'uso di applicazioni multimediali.
Roberto Maragliano collabora con il Ministero ed è uno degli esperti di nuove tecnologie in ambito didattico Docente di Tecnologie dell'Istruzione all'Università di Roma Tre, collabora alla realizzazione di software presentati nell'articolo ed è autore di libri di riferimento; tra gli ultimi, il Manuale di didattica multimediale (Laterza). Gli abbiamo rivolto alcune domande sul rapporto tra bambini, scuola e computer.
Chip: <Quali abilità valorizza la multimedialità nei più giovani?>
Maragliano: <Credo di poter dire, an-che sulla base di esperienze dirette, che la multimedialità "li mette in gio-co", permettendo loro di contestualizzare e nello stesso tempo di ren-dere più operative le conoscenze, non solo quelle scolastiche; l'uso in-telligente e costruttivo del PC valoriz-za competenze di tipo intuitivo, con-nettivo e anche socializzante che al-tre strumentazioni (e in particolare il libro) non sempre riescono a far emergere.>
Cc <Quali strumenti della scuola tradi-zionale ritiene siano superati dal computer?>
M: <Non è in discussione questo o quello strumento tradizionale, se-condo una logica di rigida con-correnzialità. Penso invece che do-vremmo abituarci a considerare tutte le strumentazioni (da libro al com-puter, senza trascurare i media del-l'audiovisione) all'interno di una "Io-gica di sistema". La multimedialità elettronica diventa una cosa seria se (e quando) opera all'interno di una visione multimediale, cioè di un'integrazione di tutti i media, senza tra-scurarne nessuno, nemmeno lo scambio orale.
In Italia siamo appena agli inizi, e come avviene in questi casi, si scon-tano le difficoltà proprie di una fase di passaggio. La multimedialità introduce nuovi paradigmi (reticola-rità, contestualizzazione cognitiva, promozione dell'intelligenza concre-ta eccetera), ma si corre il rischio che essa venga pensata e attuata secondo   paradigmi preesistenti (manualistici. per intenderci). Pre-vedo prospettive molto positive, se la crescita di consapevolezza sulle possibilità della multimedialità si accompagnerà all'utilizzazione degli spazi di innovazione didattica e culturale prospettati dalle norme delI'autonomia scolastica.
Molte scuole si stanno già muoven-do in questa direzione e i risultati si vedono. Meno ottimista sono invece sulla capacità dell'industria editoria-le italiana di sostenere lo sforzo innovativo. C'è solo da augurarsi che altri non vogliano profittare di tale disagio per imporre  loro prodotti e i loro modelli culturali.>

Un esempio di uso innovativo del computer a scuola viene dalla Rete Civica di Milano, con la quale, nella primave-ra scorsa, 950 ragazzi, insegnanti e genitori, hanno affrontato il Mare Vir-tuale in una "caccia al tesoro" che li ha condotti a scoprire gli strumenti della navigazione telematica e della posta elettronica.
In questi giorni parte la seconda edi-zione del gioco "Scopri il tesoro con Amico di Rete" www.retecivica.mi.it/tesoro.  La produzione di materiali multimediali si utilizza con il softwa-re Tutti in orbita, donato a tutti par-tecipanti. Per informazioni contattare Loredana Gatta (Ioregat@tin.it) o Laura Fiorini (laufio@tin.it).


Galateo - Privacy - Cookie