la SCUOLASICURA


dal 1861 .......

DLGS 81/2008

RLS

Aree tematiche

Stress lav. - correlato

Faq

Modulistica


Chi siamo

Link utili

Convegni FLC

Pubblicazioni

Sentenze

Archivio

Contattaci

Contratto sicurezza

 

 

 

ACCORDO CONTRO LE MOLESTIE E LA VIOLENZA SUL POSTO DI LAVORO

 

 

Nel mondo del lavoro, secondo alcuni dati europei, la violenza e le molestie riguardano dal 5 al 20 per cento dei lavoratori.Per combattere questo fenomeno, nel 2007, le parti sociali europee hanno firmato un “  Accordo quadro sulle molestie e sulla violenza sul luogo di lavoro “, che vuole impedire e gestire i problemi di prepotenza, di molestie sessuali e di violenza sul luogo di lavoro e impone al datore di lavoro di tutelare i lavoratori contro tali rischi, adottando una politica di tolleranza zero contro tali comportamenti e fissando procedure per gestire tali situazioni.Dopo quasi 9 anni, il 25 gennaio 2016, finalmente, nel nostro Paese, le principali parti sociali insieme- Cgil,  Cisl, Uil e Confindustria - hanno sottoscritto un “ Accordo quadro sulle molestie e la violenza nei luoghi di lavoro “, che recepisce i contenuti dell’ accordo europeo, che riportiamo.Nella dichiarazione si ricorda che per molestia o violenza si intende:
-         
Le molestie si verificano quando uno o più individui subiscono ripetutamente e deliberatamente abusi, minacce e/umiliazioni in contesto di lavoro;
-         
La violenza si verifica quando uno o più individui vengono aggrediti in contesto di lavoro. Le molestie e la violenza possono essere esercitate da uno o più superiori o da uno o più lavoratori o lavoratrici, con lo scopo o l’effetto di violare la dignità della persona, di nuocere alla salute e/o di creare un ambiente di lavoro ostile.

continua


  

Pericolanti, inaccessibili e a rischio terremoto. Le scuole italiane nel XIV Rapporto di Cittadinanzattiva

Più di una scuola su dieci ha lesioni strutturali; in un caso su tre gli Enti locali non effettuano gli interventi richiesti. Un istituto scolastico su tre si trova in zone ad elevata sismicità e soltanto l’8% è stato progettato secondo la normativa antisismica. Due terzi delle scuole non possiedono la certificazione di agibilità statica.

Prendendo in esame i locali scolastici emerge che le aule sono in discrete condizioni strutturali, ma spesso sono troppo piccole e non hanno sussidi adatti agli studenti con disabilità. Nella metà delle scuole mancano le palestre e, in un istituto su quattro, si mangia in locali impropri.

In un caso su tre i cortili diventano parcheggi.

Bagni ancora senza carta igienica e sapone (assenti rispettivamente nel 37% e nel 50% delle scuole).

Sono questi alcuni dei principali dati del XIV Rapporto di Cittadinanzattiva su sicurezza, qualità ed accessibilità a scuola, presentato a Roma mercoledì 21 settembre.

Leggi :

la Sintesi dei dati 

il comunicato stampa.

guarda le slide di presentazione

 

Guarda il video sulla Sicurezza


INAIL

Manuale di gestione della sicurezza nelle scuole



News


ULTIME NEWS

È stata pubblicata la versione aggiornata a maggio 2017 del testo unico sicurezza in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro a cura del Ministero del lavoro.

Novità nella versione di maggio 2017:

·  inserite le circolari n. 21 del 07/07/2016, n. 23 del 22/07/2016, n. 28 del 30/08/2016; n. 11 del 17/05/2017

·  inserito l’Accordo Stato Regioni rep 128/CSR del 7 luglio 2016 finalizzato alla individuazione della durata e dei contenuti minimi dei percorsi formativi per i responsabili e gli addetti dei servizi di prevenzione e protezione, ai sensi dell’articolo 32  del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni contenente altresì disposizioni modificative agli accordi del 21 dicembre 2011 ex art. 34, commi 2 e 3, del 21 dicembre 2011 ex art. 37, comma 2, del d.lgs. n. 81/2008 e del 22 febbraio 2012 ex art. 73, comma 5, del d.lgs. n. 81/2008 (G.U. Serie Generale n.193 del 19/08/2016)

·  sostituito il decreto dirigenziale del 21 luglio 2014 con il decreto dirigenziale del 1 agosto 2016 riguardante il quinto elenco dei soggetti abilitati ad effettuare i lavori sotto tensione in sistemi di II e III categoria

· modifiche introdotte all’art. 4, comma 1, del decreto 9/07/2012 e agli allegati 3A e 3B ai sensi del decreto 12 luglio 2016, pubblicato sulla GU n.184 del 8/08/2016, in vigore dal 09/08/2016

· modifiche introdotte agli articoli 206, 207, 208, 209, 210, 211, 212, 219, commi 1, lettere a) e b), e 2, lettere a) e b), all’allegato XXXVI, nonché l’introduzione dell’articolo 210-bis, previste dal decreto legislativo 1 agosto 2016, n. 159 (GU n.192 del 18/08/2016, in vigore dal 02/09/2016)

·  sostituito il decreto dirigenziale del 18 marzo 2016 con il decreto dirigenziale del 9 settembre 2016 riguardante il tredicesimo elenco dei soggetti abilitati per l’effettuazione delle verifiche   periodiche di cui all’art. 71 comma 11

·  inserito il Decreto 25 maggio 2016, n. 183, recante “Regolamento recante regole tecniche per la realizzazione e il funzionamento del SINP, nonché le regole per il trattamento dei dati, ai sensi dell’articolo 8, comma 4, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81”, pubblicato sul S.O. alla G.U. n. 226 del 27 settembre 2016, Serie Generale

·  inserito il Decreto Interdirettoriale n. 35/17, che regolamenta il provvisorio rinnovo, per un periodo non superiore a centoventi giorni, decorrenti dalla data di scadenza delle rispettive iscrizioni, dell’iscrizione negli elenchi dei soggetti abilitati all’effettuazione delle verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro, adottati con decreti direttoriali del 21 maggio 2012 e 30 luglio 2012, in scadenza rispettivamente al 21 maggio 2017 e al 30 luglio 2017

·  inseriti gli interpelli dal n.11 al n. 19 del 25/10/2016

·  modifiche agli articoli 18, comma 1-bis e 53, comma 6, nonché all’entrata in vigore dell’obbligo dell’abilitazione all’uso delle macchine agricole, ai sensi dell’Accordo Stato-Regioni del 22/02/2012, introdotte dal decreto-legge 30 dicembre 2016, n. 244 (in G.U. 30/12/2016, n.304), convertito con modificazioni dalla L. 27 febbraio 2017, n. 19 (in S.O. n. 14, relativo alla G.U. 28/02/2017, n. 49), in vigore dal 30/12/2016

·  corretti i box sanzionatori degli artt. 153 e 155 (eliminata la sanzione a carico del preposto) e di tutti gli articoli sanzionati di cui al Titolo II (inserito  tra i contravventori anche il dirigente)

·  eliminate la nota n. 33 (box sanzionatorio art. 26, comma 3, quarto periodo) e la nota n. 63 (art. 55, comma 5, lett. d.), nonché corrette le colorazioni dell’art. 26, comma 3, indicanti le norme   sanzionate a causa di un refuso

·  inserito un commento personale nei box sanzionatori di cui agli artt. 225, 226, 228, 229, 235, 236, 239, 240, 241, 242, 248 e 254 per le sanzioni a carico del preposto

·  integrato il commento personale n. 37 a seguito della modifica normativa al comma 3 dell’art. 1 della Legge 177/2012 e dall’emanazione del  decreto 11 maggio 2015, n. 82, recante “Regolamento per la definizione dei criteri per l’accertamento dell’idoneità delle imprese ai fini dell’iscrizione all’albo delle imprese specializzate in bonifiche da ordigni esplosivi residuati bellici, ai sensi dell’articolo 1, comma 2, della legge 1° ottobre 2012, n. 177” (LINK ESTERNO), pubblicato sulla G.U. n. 146 del 26/06/2015 ed entrato in vigore il 11/07/2015

D.Lgs. 81/2008


Alternanza scuola lavoro e regime assicurativo degli studenti: circolare dell’INAIL


 

 

 

FILMATI SULLA SICUREZZA

 

Inizia la pubblicazione, che verrà   aggiornata periodicamente, della serie  di filmati animati sulla sicurezza derivanti dalla collaborazione di varie agenzie europee,   tra cui l'INAIL, per  una più facile  divulgazione ed apprendimento delle tematiche relative alla sicurezza

primo filmato :

 

Napo in... situazioni da shock !


ULTIME NEWS

 

  ULTIME NEWS


 

 

Sezione tematica della FLC CGIL di Milano dedicata alla salute e sicurezza dei Lavoratori della Conoscenza

Sito aggiornato al 27/2/2017