Info Visita RCM Registrati Aiuto Eventi@MI Cerca Novità Home Page di RCM Logo di RCM Logo associazioni.millano.it
Up One Level  Up One Level
New Message  New Message
Reply  Reply
Forward  Forward
Previous in Thread  Previous in Thread
Previous Unread  Previous Unread
Next in Thread  Next in Thread
Next Unread  Next Unread
Help  Help
FAQ  FAQ
  Message  

Message 

Postmark
   
Home Page  •  rcmweb  •  VerdiMilano  •  Verdi Milano  •  Indice forum  •  VERDI  •  Message
 
  Saturday 18 October 2003 00:13:32  
From:
Fiorello Cortiana   Fiorello Cortiana
 
Subject:

Privacy arischio

 
To:
VERDI   VERDI
 
Cc:
Telematica e dintorni   Telematica e dintorni
Informatica e dintorni   Informatica e dintorni
Societa' e Politica   Societa' e Politica
 

FINANZIARIA: VERDI, A RISCHIO PRIVACY CON TESSERA SANITARIA

    (ANSA) - ROMA, 17 OTT - ''Il Governo  sta aprendo la strada
 ad una vera e propria catalogazione di massa della condizione
 sanitaria di tutti i cittadini italiani, con tutti i rischi
 connessi per il mantenimento del diritto di privacy per un
 aspetto cosi' delicato come la salute''. La denuncia arriva dal
 senatore dei Verdi Fiorello Cortiana che ha inviato ai colleghi
 senatori una lettera perche' pongano attenzione sull'art.50 del
 decreto che accompagna la finanziaria.
    ''Si tratta di una norma assai pericolosa, sia dal punto di
 vista politico e istituzionale, perche' realizza un'ulteriore
 concentrazione di potere nel ministero dell'Economia e delle
 finanze, peraltro con modalita' che configurano un'invasione di
 competenze delle regioni, sia dal punto di vista della tutela
 dei diritti fondamentali, perche' si creerebbe una banca dati
 centralizzata contenente dati analitici sulla salute, di
 proporzioni tali da non avere paragoni al mondo. La prevista
 conservazione separata dei dati poi, ricavabili dalle ricette e
 dei dati identificativi dei pazienti attraverso il codice
 fiscale, solo nelle apparenze offre garanzia''.
    Infatti, spiega Cortiana, ''se le finalita' della norma sono
 quelle indicate nella relazione che accompagna il decreto
 ('accelerazione della liquidazione dei rimborsi ai soggetti
 erogatori di servizi sanitari nonche' monitoraggio e controllo
 della spesa sanitaria') il codice fiscale dovrebbe essere
 immediatamente cancellato subito dopo aver accertato se
 l'interessato ha i requisiti necessari per il diritto
 all'esenzione''. Altrimenti ''la conservazione di dati, che
 comunque consentirebbe di risalire agli interessati, da' vita ad
 un sistema ad alto rischio, cosi' come gia' denunciato dal
 Garante per la protezione dei dati personali: attraverso i
 farmaci prescritti e le prestazioni specialistiche ottenute
 infatti, potrebbe essere sempre possibile ricostruire la storia
 sanitaria di ciascun soggetto, (potrebbero sottrarsi solo coloro
 che non utilizzano il Sistema Sanitario Nazionale) con
 violazione non solo del diritto alla riservatezza e alla
 privacy, soprattutto del fondamentale diritto alla salute''.
     Quali i costi per tutto questo? chiede Cortiana. Quali i
 tempi? ''Vi e' poi l'installazione, a cura e spese del ministero
 dell'Economia, di apparecchiature e collegamenti telematici
 'presso le farmacie, i dispensari, i laboratori e gli altri enti
 di cui al comma 1'. Anche qui un altro grosso affare: quali i
 costi? Quali i tempi? Quali le procedure e le garanzie nelle
 forniture? Le apparecchiature e i collegamenti telematici
 servirebbero a trasmettere al ministero tutti i dati riguardanti
 le ricette e le prescrizioni specialistiche. Si tratta di
 milioni di transazioni al giorno. Altri affari. Quali vantaggi
 ne ricaverebbe il gestore della rete telefonica? Per  questi
 motivi - conclude Cortiana - ritengo che l'articolo 50 debba
 venire soppresso dal decreto''. (ANSA).



Galateo - Privacy - Cookie