Info Visita RCM Registrati Aiuto Eventi@MI Cerca Novità Home Page di RCM Logo di RCM Logo associazioni.millano.it
Up One Level  Up One Level
New Message  New Message
Reply  Reply
Forward  Forward
Previous in Thread  Previous in Thread
Previous Unread  Previous Unread
Next in Thread  Next in Thread
Next Unread  Next Unread
History  History
Help  Help
FAQ  FAQ
  Message  

Message 

Postmark
   
Home Page  •  rcmweb  •  VerdiMilano  •  Verdi Milano  •  Indice forum  •  VERDI  •  club dell'ulivo  •  2005  •  Message
 
  Sunday 17 April 2005 12:08:48  
From:
Alessandro Rizzo   Alessandro Rizzo
 
Subject:

«Il Follini di Milano č il leghista Salvini»

 
To:
l'Ulivo di Milano   l'Ulivo di Milano
 
«Il Follini di Milano è il leghista Salvini»

dal Corriere - 17 aprile 2005

«Il Follini di Milano si chiama Matteo Salvini». Pierfrancesco Majorino, segretario cittadino ds, riassume con una battuta la sua analisi politica. Cosa c’entra il capogruppo della Lega con il leader dell’Udc?
«Guardo ai fatti. Alla giunta milanese l’Udc non sta creando problemi. Certo, ogni tanto alzano la mano per ricordare che esistono, ma non li si può definire alleato scomodo. Cosa che invece è la Lega di Salvini».
Scomoda?
«Beh, Pagliarini è uscito dalla giunta e le loro critiche all’operato di questo governo non sono mai mancate: anche se si dovrebbe discutere su quale sia stato il loro apporto dal 2001 ad oggi».
Ma i loro voti non sono decisivi per la maggioranza: quindi come possono condizionare il sindaco?
«Intanto lo hanno nel mirino e Albertini non reggerà a lungo la situazione. Il clima di screzio continuo è evidente e, se fosse per il sindaco, il Carroccio dovrebbe continuare a stare fuori dalla giunta e dai consigli di amministrazione».
E poi?
«E poi comunque rimane la contraddizione. La Lega che è l’alleato forte di Berlusconi e di Forza Italia a Roma, qui è in lite continua con il sindaco espressione dello stesso partito».
Conclusione?
«La città deve interrogarsi su quale coalizione sfilacciata la stia governando. Noi siamo pronti ad offrire l’alternativa: e continuiamo a lavorare per questo».
E. So.




Galateo - Privacy - Cookie