Info Visita RCM Registrati Aiuto Eventi@MI Cerca Novità Home Page di RCM Logo di RCM Logo associazioni.millano.it
Up One Level  Up One Level
New Message  New Message
Reply  Reply
Forward  Forward
Previous in Thread  Previous in Thread
Previous Unread  Previous Unread
Next in Thread  Next in Thread
Next Unread  Next Unread
History  History
Help  Help
FAQ  FAQ
  Message  

Message 

Postmark
   
Home Page  •  rcmweb  •  VerdiMilano  •  Verdi Milano  •  Indice forum  •  VERDI  •  club dell'ulivo  •  2005  •  Message
 
  Thursday 21 April 2005 16:54:40  
From:
Alessandro Rizzo   Alessandro Rizzo
 
Subject:

Comitato Italiano per il Contratto Mondiale sull’Acqua

 
To:
club dell'ulivo   club dell'ulivo
 


21042005_165919_0.gif?src=.PNG



APPELLO ai Partiti ed agli Amministratori
                                                                   
                                             del Comune di Milano e della Provincia di Milano

                                         PER UN GOVERNO PUBBLICO dell’ACQUA  


E’ GRAVE. Le  decisioni   del Sindaco Albertini di privatizzare  la MM  e quindi   il servizio idrico   cittadino   trova la nostra  più completa contrarietà  come Comitato  italiano per il Contratto Mondiale sull’Acqua e quella di chi sottoscrive il presente appello.
Noi pensiamo che l’acqua,  per ciò che rappresenta , per la sua indispensabilità, insostituibilità , per il fatto che va tutelata e risparmiata, per il suo valore di “bene comune”  e  la sua “sacralità”, non possa essere in alcun modo considerata oggetto di mercificazione.
E’ grave perché questa decisione del Comune avviene senza informare i cittadini e senza coinvolgere la società civile.
Ed è oltremodo grave perché separa ancora di più la già assurda divisione introdotta dalla Legge Regionale tra Milano Città e la Provincia nel governo dell’acqua , di uno dei principali bacini del Paese. Cosi è  purtroppo..  
Dal  momento che gli Amministratori provinciali hanno assunto a suo tempo verso gli elettori ,
l’ impegno programmatico di mantenere pubblica la gestione del CAP ( Consorzio acque potabili milanesi) e che con essi è in corso un confronto “ partecipato” e democratico”, teso a realizzare una gestione in house del servizio idrico, noi pensiamo  che  questa  sia la strada giusta .
Pensiamo che il grande tema dell’acqua e dei beni comuni debba essere al centro di ogni confronto pubblico  ed elettorale  e che fra i due Ambiti si debba  necessariamente procedere  contemporaneamente e in  una visione di gestione della risorse nella prospettiva di  “Area metropolitana” e di   “ unico Bacino idrografico”.
Cosi come nello scorso secolo la sfida della politica fu quello di portare l’acqua potabile nelle case dei cittadini , oggi  la politica ed i partiti non possono ridurre la loro missione a quella di azionisti che  affidano ai privati la garanzia dell’accesso all’acqua.

 Chiediamo pertanto che venga messo un freno ad ogni iniziativa di privatizzazione e che si apra, finalmente , quel confronto pubblico tra amministratori del Governo e dell’opposizione  sia in Comune che in Provincia con i cittadini e le forme organizzate della società civile.

Chiediamo pertanto ai Partiti dell’opposizione  al Comune di Milano
di prendere  posizione pubblica e di contrastare l’ eventuale scelta della Giunta.

Chiediamo ai Capigruppo dei Partiti della maggioranza della Provincia ed il Presidente Pennati, di farsi carico di una iniziativa politica “ forte” verso il Comune per pervenire ad un governo politico , unitario, delle risorse idriche secondo una logica di servizio pubblico integrato a livello di area metropolitana.  e di salvaguardia del Bene Comune e di sottoscrivere il presente appello.

Chiediamo infine ai Sindaci  ed agli Amministratori dei Comuni della Provincia di Milano,
di sottoscrivere il presente appello, di attivare a livello comunale iniziative  di confronto e di partecipazione dei cittadini sulla gestione dei servizi idrici nell’Area Metropolitana.




 Come Comitato  italiano dichiariamo la nostra disponibilità a costruire insieme  un percorso di sensibilizzazione  e di confronto politico che porti alla  realizzazione, entro un mese,  di un Convengo pubblico nel quale Comune e Provincia di Milano  si confrontino sulle diverse opzioni politico-culturali attorni alla grande questione dell’accesso all’acqua potabile prima di adottare qualunque decisione  su modelli di gestione della risorse idriche  a livello dei rispettivi  ATO .

Per il Comitato Italiano per il Contratto Mondiale sull’Acqua
Emilio  Molinari ( Vice Presidente Comitato Italiano) e Rosario Lembo ( Segretario nazionale)


Adesione


Galateo - Privacy - Cookie