Info Visita RCM Registrati Aiuto Eventi@MI Cerca Novità Home Page di RCM Logo di RCM Logo associazioni.millano.it
Up One Level  Up One Level
New Message  New Message
Reply  Reply
Forward  Forward
Previous in Thread  Previous in Thread
Previous Unread  Previous Unread
Next in Thread  Next in Thread
Next Unread  Next Unread
Help  Help
FAQ  FAQ
  Message  

Message 

Postmark
   
Home Page  •  rcmweb  •  cdsweb  •  informascuola  •  codinf  •  TuttoScuolaNews  •  Message
 
  Monday 12 March 2007 00:01:02  
From:
Tuttoscuola <mailing.lista2@tuttoscuola.com>   Tuttoscuola <mailing.lista2@tuttoscuola.com>
 
Subject:

TuttoscuolaNEWS n. 283

 
To:
CODINF   CODINF
 
Notizie, commenti e indiscrezioni sul mondo della scuola.
La newsletter settimanale di Tuttoscuola, la rivista per
insegnanti, genitori e studenti.

http://www.tuttoscuola.com 

************************************************************

N. 283, 12 marzo 2007


SOMMARIO

1. Ecco l'identikit del nuovo biennio unitario/1. Il documento
2. Lo Stato centrale spende meno in istruzione, ma le  amministrazioni
locali fanno peggio
3. Berlinguer torna in campo e lancia il DSE
4. La grande ricchezza dell'istruzione: per una societa'  consapevole,
civile, operosa
__________________________________________________

le altre notizie di TuttoscuolaFOCUS n. 185/283:

-   Ecco  l'identikit  del  nuovo  biennio  unitario/2.  Due  anni  di
sperimentazione
- Effetto decentramento: piu' poteri alle Regioni e  meno  soldi  alle
scuole?
- In 16 anni 58,5 miliardi “sottratti” all'istruzione
- Figel: la missione della scuola europea
- Incontro Fioroni-Errani: una  svolta  nella  politica  di  “ascolto”
delle Regioni
- Master Plan: s'impenna la “quotazione” politica
- Dibattito aperto sulle responsabilita' di famiglie e insegnanti
- Scuole cattoliche: troppe deleghe all'esecutivo

Per consultare TuttoscuolaFOCUS clicca qui:
http://www.tuttoscuola.com/focus

Notizie on line su tuttoscuola.com:
- A Bologna “sul tempo pieno Fioroni convince solo a meta'”
- Non basta l'impegno di un ministro per lanciare il tempo pieno
- Disagio mentale e scuola: quasi un male professionale
Clicca su http://www.tuttoscuola.com

____________________________________________________________

L'educazione costituzionale a scuola

Ragazzi, che Costituzione! a cura di Saulle Panizza
un volume per le Scuole superiori
con la Costituzione glossata e le parole chiave per comprenderla
con illustrazioni per sorridere e riflettere

http://www.edizioniplus.it

____________________________________________________________


1. Ecco l'identikit del nuovo biennio unitario/1. Il documento

La “Commissione con il compito di approfondire  la  tematica  relativa
all'istruzione obbligatoria ed elaborare le possibili  modalita'  tese
all'obiettivo    dell'innalzamento    dell'obbligo   di  istruzione”,
coordinata da Giorgio Allulli (ISFOL), ha concluso la scorsa settimana
i suoi lavori, ed ha consegnato al ministro della pubblica  istruzione
un   rapporto  di  sintesi  di  una  trentina  di  pagine,  intitolato
“Indicazioni    sulle   modalita'  dell'innalzamento  dell'obbligo  di
istruzione”.
Il testo, datato 3 marzo 2007 (ma non e' certo  che  si  tratti  della
versione definitiva), e' apparso sulla rivista on-line “Scuolaoggi”.
Il documento e' diviso in due parti: la prima contiene le “linee guida
per avviare e sostenere il cambiamento” (azioni di accompagnamento  ai
vari livelli, lotta alla dispersione,  valutazione,  sperimentazione);
la seconda delinea le “competenze chiave per la  cittadinanza  attiva”
da acquisire al termine dei  dieci  anni  di  istruzione  obbligatoria
(assi culturali strategici, competenze trasversali, descrizione  delle
competenze).
La Commissione individua  quattro  “assi  culturali  strategici”  (dei
linguaggi,  matematico,  scientifico-tecnologico,  storico-sociale)  e
sette “competenze  trasversali”  (imparare  ad  imparare,  progettare,
comunicare, collaborare e partecipare, risolvere problemi, individuare
collegamenti e relazioni, acquisire ed  interpretare  l'informazione).
Dall'intreccio degli assi  culturali  con  le  competenze  trasversali
scaturiscono le “competenze chiave per la  cittadinanza  attiva”,  che
coincidono in buona sostanza con le 8 competenze chiave indicate  agli
Stati membri della UE dalla Raccomandazione approvata dal Parlamento e
dal Consiglio Europeo il 18 dicembre 2006: comunicazione  nella  madre
lingua; comunicazione nelle lingue straniere; competenza matematica  e
competenze di base  in  scienza  e  tecnologia;  competenza  digitale;
imparare  ad  imparare;  competenze  sociali  e  civiche;  spirito  di
iniziativa    e   imprenditorialita';  consapevolezza  ed  espressione
culturale.

____________________________________________________________


PRESTITO MINISTERIALE

Sappiamo che non hai tempo da perdere, ecco perche' il Gruppo Power
Service dispone di operatori preparati a rispondere rapidamente
ad ogni tua domanda.
Prestito Ministeriale convenzionato, chiama subito allo 024390009, web

http://www.powersrv.it

____________________________________________________________


2. Lo Stato centrale spende meno in istruzione, ma le  amministrazioni
locali fanno peggio

Negli ultimi 16 anni in Italia il tasso di crescita  della  spesa  per
l'istruzione (+73%) e' stato inferiore a quello della  spesa  pubblica
totale (+84%). E nettamente  piu'  basso  riguardo  ad  altri  settori
(Difesa +111%, Sanita' +122%, Protezione sociale +127%).
Se la spesa per scuola e formazione fosse cresciuta in questo arco  di
tempo secondo la media della spesa pubblica totale, oggi ci  sarebbero
oltre 4 miliardi di euro di risorse aggiuntive per  l'istruzione  ogni
anno.
Ricordate? E' l'analisi presentata una settimana fa da Tuttoscuola  su
dati Istat, che nelle sequenze  numeriche  di  sedici  anni  di  spesa
pubblica (dal 1990 al 2005) ha fotografato i  cambiamenti  del  nostro
Paese. L'analisi non e' certo passata  inosservata.  Per  il  ministro
dell'istruzione Giuseppe Fioroni “i dati di  Tuttoscuola  meritano  un
approfondimento e  una  riflessione.  Tutti  siamo  consapevoli  della
necessita' di razionalizzare la spesa evitando sprechi,  un'operazione
gia' avviata con la Finanziaria. Ma ora - ha aggiunto il ministro - e'
necessario    affiancare  a  questo  percorso  quello  di  rilancio  e
investimento”.
I sindacati confederali hanno inserito i dati  (sia  pure  attribuendo
all'Istat alcune nostre analisi) nella lettera inviata il 5  marzo  al
presidente del Consiglio  e  ai  ministri  Fioroni,  Padoa-Schioppa  e
Nicolais per  annunciare  l'avvio  delle  procedure  per  lo  sciopero
generale.
Tuttoscuola e' in grado ora  di  approfondire  i  dati  presentati  la
scorsa    settimana.   Scomponendo  i  numeri  sulla  spesa  pubblica
complessiva    per  soggetto  di  spesa  (Amministrazioni  centrali  e
Amministrazioni locali) saltano fuori dati inaspettati e forse  ancora
piu' preoccupanti.
Lo Stato centrale (Ministeri, etc) dedica all'istruzione  lo  0,4%  in
meno delle proprie risorse (dal 10,82% del 1990 al 10,47% del 2005).
Le amministrazioni locali  (Regioni,  Province,  Comuni)  spendono  in
istruzione lo 0,9% in meno dei propri budget (dall'8,8%  del  1990  al
7,9%   del  2005),  facendo  quindi  peggio  dello  Stato  centrale  (
http://www.tuttoscuola.com/ts_news_283-1.doc ). E questa  non  e'  una
buona notizia per il sistema di istruzione, dal momento che in  questi
16 anni c'e' stata una complessiva redistribuzione di fondi dal centro
alla periferia,  per  effetto  della  quale  l'incidenza  della  spesa
gestita dalle amministrazioni locali e'  passata  dal  26,8  al  31,5%
della spesa pubblica totale.

____________________________________________________________


tuttoscuola.com

L'informazione di Tuttoscuola diventa quotidiana.
Ogni giorno notizie, anticipazioni e retroscena
nel notiziario on line di tuttoscuola.com.
NELLA SCORSA SETTIMANA PUBBLICATE 70 NOTIZIE IN TEMPO REALE.
E poi tutta le informazioni e i dati di tuo interesse in 20 piste
di ricerca: entra nel nostro Archivio on line.

http://www.tuttoscuola.com

____________________________________________________________


3. Berlinguer torna in campo e lancia il DSE

Da qualche tempo l'ex ministro dell'istruzione Luigi Berlinguer mostra
un rinnovato interesse (ma forse non  lo  ha  mai  dismesso…)  per  le
tematiche educative. Cosi' il suo appassionato intervento al  convegno
di    Modena    (   http://www.tuttoscuola.com/ts_news_283-2.doc   ),
organizzato    congiuntamente   dai   settori  scuola  e  dai  gruppi
parlamentari dei DS e della Margherita lo scorso 24 febbraio, ha avuto
un respiro ampio, fondativo, ed e' stato accolto  con  entusiasmo  dai
presenti.
Berlinguer, che  ha  preferito  parlare  di  “education”  anziche'  di
istruzione, e di “assessment” anziche'  di  valutazione,  proprio  per
ampliare il quadro di riferimento concettuale del suo ragionamento (ha
citato Dewey, Bruner, Gardner, Morin), ha sostenuto che ormai  non  e'
piu' tempo di “nuove architetture, nuovi sistemi”,  anche  se  non  ha
rinunciato a rivendicare il carattere di “grande riforma” della  “sua”
legge sul riordino dei cicli, poi soppressa dalla riforma Moratti.
Ma ora, ha  detto  Berlinguer,  bisogna  guardare  avanti,  e  puntare
prioritariamente su contenuti, metodi e forme di assessment (nel senso
di valutazione continua, formativa) che valorizzino  le  diversita'  e
creino le condizioni per conseguire l'obiettivo del  DSE  (Diritto  al
Successo Educativo per ognuno). Soprattutto “occorre introdurre  nella
scuola l'emozione, il suono, il canto, la  piu'  naturale  ed  intensa
delle espressivita' umane. E insieme,  per  sollecitare  le  strutture
razionali del pensiero, bisogna  fondare  l'apprendimento  scientifico
sulla sperimentalita' laboratoriale”.
Ma “una riconversione cosi' profonda dei contenuti  e  dei  metodi  la
possono produrre solo gli insegnanti”. Compito della  politica  e'  di
aiutarli a recuperare la perduta  centralita'  sociale  attraverso  la
rideterminazione della loro “mission”, che va declinata  guardando  al
futuro.

____________________________________________________________


Conosci TuttoscuolaFOCUS?

E' la nuova newsletter settimanale di Tuttoscuola.
Cosa la differenzia da TuttoscuolaNEWS?
- contiene piu' del doppio delle notizie
- i dati in esclusiva, le notizie di maggior interesse si trovano solo
su TuttoscuolaFOCUS
- include la rubrica “TuttoscuolaMEMORANDUM”, con  tutte  le  scadenze
della    scuola,   analizzate  e  spiegate:  per  non  perdere  nessun
adempimento e sapere in anticipo cosa e come fare
- la grafica: e' a colori e “navigabile”

Ci sono 2 modi per riceverla:

1) con l'abbonamento annuale on line (a partire da 25 euro),  che  da'
l'accesso per un anno anche alle guide on  line,  a  tutto  l'archivio
(molto utile per fare ricerche) e agli altri spazi riservati del  sito
tuttoscuola.com    (per    il    modulo    on    line:
http://www.tuttoscuola.com/offerta ;

oppure

acquistando il singolo numero (1  euro  +  iva),  con  una  telefonata
(addebito in bolletta)
che da' accesso per 24 ore anche alle guide on  line,  all'archivio  e
agli altri spazi riservati del sito tuttoscuola.com

____________________________________________________________


4. La grande ricchezza dell'istruzione: per una societa'  consapevole,
civile, operosa

E' l'interessante tematica del convegno di apertura di DOCET – idee  e
materiali per l'educazione e la didattica 2007 (30  marzo,  ore  10  –
Nuova    Fiera  di  Roma)  che  accendera'  il  dibattito  sul  valore
educativo/sociale dell'istruzione.
Il confronto su questo importante tema  dai  forti  risvolti  sociali,
sara' articolato in due focus: il  primo  dedicato  agli  ambiti  piu'
squisitamente educativi/culturali – Il valore  educativo  e  culturale
dei processi di istruzione (dalle 10 alle 12) – il secondo, invece, di
taglio  economico  –  Valore  economico  dell'istruzione  tra  risorse
pubbliche e risorse private (dalle 12 alle 13) – con  l'intervento  di
personalita' di spicco della scena economica nazionale.
Nel corso  della  prima  sessione  di  lavoro  si  identificheranno  i
“mestieri” fondamentali, obiettivi del percorso scolastico:  “vivere”,
“convivere”, il  futuro  “impegno  professionale”  e  l'importanza  di
“imparare a leggere e ad amare la lettura”.
Nella seconda parte del convegno si affrontera', invece,  il  risvolto
economico: costi (pubblici e privati)  dell'istruzione  da  intendersi
come “investimenti decisivi” alla luce della rilevanza  –  pubblica  e
privata – degli obiettivi da raggiungere (delineati nella prima  parte
del convegno). Spesa come investimento, diritto allo  studio,  impegno
dell'editoria libraria nella e per la societa' della conoscenza,  sono
solo alcuni degli ambiti di discussione in programma.
Per saperne di piu': http://www.docet.bolognafiere.it


--------------------------------------

Ed ecco le altre notizie di TuttoscuolaFOCUS n.185/283:

-   Ecco  l'identikit  del  nuovo  biennio  unitario/2.  Due  anni  di
sperimentazione
- Effetto decentramento: piu' poteri alle Regioni e  meno  soldi  alle
scuole?
- In 16 anni 58,5 miliardi “sottratti” all'istruzione
- Figel: la missione della scuola europea
- Incontro Fioroni-Errani: una  svolta  nella  politica  di  “ascolto”
delle Regioni
- Master Plan: s'impenna la “quotazione” politica
- Dibattito aperto sulle responsabilita' di famiglie e insegnanti
- Scuole cattoliche: troppe deleghe all'esecutivo

Per consultare TuttoscuolaFOCUS clicca qui:
http://www.tuttoscuola.com/focus


E poi tutte le scadenze del prossimo mese, commentate e spiegate. Ecco
gli argomenti di TuttoscuolaMEMORANDUM di questa settimana:

- scadenze amministrative
- insegnamento religione cattolica
- ritiro candidati interni per esame di Stato
- richieste orario di lavoro part-time
- Settimana della cultura scientifica e tecnologica
- rilevazioni integrative
- sciopero comparto scuola
- cattedre vacanti presso scuola militare "Morosini"
- PRECARI: indennita' di disoccupazione con requisiti ridotti

TuttoscuolaFOCUS e' riservato agli abbonati on line.
Per i non abbonati e' possibile acquistare il numero 185/283 di
TuttoscuolaFOCUS al costo di 1 euro+iva. Per informazioni cliccare
qui: http://www.tuttoscuola.com/focus
(e' necessario essere collegati a internet per richiedere e scaricare
la newsletter.
NB cliccare li' NON COMPORTA ALCUN IMPEGNO, consente solo di visionare
le condizioni per accedere al servizio), oppure telefonare al n.
06/6830.7851)
Per abbonarsi: http://www.tuttoscuola.com/offerta/


RIPRODUZIONE RISERVATA

Direttore: Giovanni Vinciguerra

Per  iscrivere  un'altra  persona o per rimuoverti da questa
newsletter vai all'indirizzo:

                 http://www.tuttoscuola.com

Per commenti, informazioni o suggerimenti: redazione@tuttoscuola.com

Per consultare i numeri arretrati di "TuttoscuolaNEWS": http://www.tuttoscuola.com

Chi è interessato a ricevere anche la newsletter dell'ANP (Associazione nazionale dirigenti e alte professionalità della scuola) puo' iscriversi dal sito
www.anp.it 

************************************************************
Editoriale Tuttoscuola srl
Via della Scrofa, 39 - 00186 Roma, Italia
Tel. 06.6830.7851 - 06.6880.2163
Fax  06.6880.2728
Email: tuttoscuola@tuttoscuola.com



Galateo - Privacy - Cookie