Info Visita RCM Registrati Aiuto Eventi@MI Cerca Novità Home Page di RCM Logo di RCM Logo associazioni.millano.it
Up One Level  Up One Level
New Message  New Message
Reply  Reply
Forward  Forward
Previous in Thread  Previous in Thread
Previous Unread  Previous Unread
Next in Thread  Next in Thread
Next Unread  Next Unread
Help  Help
FAQ  FAQ
  Message  

Message 

Postmark
   
Home Page  •  rcmweb  •  cdsweb  •  informascuola  •  codinf  •  TuttoScuolaNews  •  Message
 
  Monday 16 April 2007 00:01:02  
From:
Tuttoscuola <mailing.lista2@tuttoscuola.com>   Tuttoscuola <mailing.lista2@tuttoscuola.com>
 
Subject:

TuttoscuolaNEWS n. 288

 
To:
CODINF   CODINF
 
Notizie, commenti e indiscrezioni sul mondo della scuola.
La newsletter settimanale di Tuttoscuola, la rivista per
insegnanti, genitori e studenti.

http://www.tuttoscuola.com 

************************************************************

N. 288, 16 aprile 2007


SOMMARIO

1. Assalto al “tesoretto”
2. I primi esiti delle audizioni sulle  nuove  Indicazioni  nazionali.
Tempi stretti?
3. L'attuazione del Titolo V:  risposta  ad  un'esigenza  reale  e…  a
qualche provocazione
4. Il Borsino delle professioni: un progetto che guarda lontano
5. La Francia al voto. Per quale scuola?

__________________________________________________

le altre notizie di TuttoscuolaFOCUS n. 189/288:

- Scioperi rinviati, ma non ovunque
- Scioperi e ritenute. Parliamone
- Nuove Indicazioni nazionali. L'importanza delle procedure
- Istituti e poli tecnico professionali in cerca di identita'
- Congresso SDI: per una scuola pubblica meritocratica

Per consultare TuttoscuolaFOCUS clicca qui:
http://www.tuttoscuola.com/focus

Notizie on line su tuttoscuola.com:
- La distribuzione dei posti per le immissioni in ruolo
- Piu' tirocinio nella formazione degli insegnanti
- Sport nelle scuole: Festa Nazionale della Scuola
Clicca su http://www.tuttoscuola.com

____________________________________________________________


VINCIFRUSCO: PROROGA

Prorogate le iscrizioni a Vincifrusco 2007, il concorso di Rilegno
per le classi III, IV e V elementare. La nuova scadenza e'
il 31 maggio 2007. Affrettatevi: ci sono in palio ricchi premi.
Per iscrizioni e ulteriori informazioni:

http://www.frusco.it

____________________________________________________________


1. Assalto al “tesoretto”

Non si conosce ancora il testo completo della  Direttiva  del  governo
sui contratti pubblici, ma le reazioni a  caldo  dei  sindacati  fanno
pensare a un drastico ridimensionamento delle aspettative dal punto di
vista economico.
I sindacati confederali della scuola denunciano,  in  particolare,  il
mancato rispetto dell'intesa sul rinnovo del  contratto  raggiunta  lo
scorso 6 aprile,  poiche'  il  tetto  stabilito  nella  Direttiva  del
governo all'ARAN per gli  incrementi  salariali  (4,6%),  “comprensivi
della produttivita'” (locuzione da sempre abbastanza  misteriosa),  e'
nettamente inferiore a quel 5,01%, concordato a Palazzo Chigi,  che  a
loro avviso avrebbe consentito di spuntare l'incremento  di  115  euro
mensili medi per il comparto scuola.
Ma altri sindacati, come Unicobas (che ha confermato lo  sciopero  del
16 aprile) e Gilda (che annuncia lo sciopero  degli  scrutini),  fanno
conti diversi, e sostengono che il rispetto del  nuovo  tetto  fissato
dalla Direttiva porterebbe ad aumenti mensili netti di 15 euro.
Evidentemente il ministro dell'Economia non e' rimasto insensibile  ai
molti inviti, ricevuti anche dalle piu' importanti autorita' monetarie
internazionali, a non utilizzare il “tesoretto”  derivante  dall'extra
gettito fiscale per operazioni di  aumento  della  spesa  pubblica.  E
d'altra parte Padoa  Schioppa  deve  tener  conto  anche  dell'impegno
assunto dal presidente Prodi di  utilizzare  due  terzi  del  gruzzolo
accumulato per sostenere i redditi piu' bassi (“lavoratori, pensionati
o disoccupati”, ha scritto nella  lettera  al  “Corriere  della  Sera”
pubblicata lo scorso 13 aprile), e il restante terzo  alle  imprese  e
alle politiche per la crescita (infrastrutture,  ricerca).  Non  manca
inoltre, all'interno del governo, chi vorrebbe spendere il “tesoretto”
in altre direzioni (diminuzione ICI, ambiente ed altro).
La partita si presenta difficile…

____________________________________________________________

L'EDUCAZIONE COSTITUZIONALE A SCUOLA

Ragazzi, che Costituzione! a cura di Saulle Panizza
un volume per le Scuole superiori
con la Costituzione glossata e le parole chiave per comprenderla
con illustrazioni per sorridere e riflettere

http://www.edizioniplus.it

____________________________________________________________


2. I primi esiti delle audizioni sulle  nuove  Indicazioni  nazionali.
Tempi stretti?

Tuttoscuola.com ha dato notizia nei  giorni  scorsi  dell'avvio  delle
fase due delle nuove Indicazioni nazionali, dopo la presentazione il 3
aprile scorso del documento di base predisposto dalla  Commissione  di
esperti presieduta dal prof. Ceruti dell'Universita' di Bergamo.
Nella    settimana   scorsa  la  commissione  ha  incontrato  diverse
associazioni e rappresentanze sindacali, alcune delle quali hanno gia'
espresso pubblicamente le loro osservazioni.
L'Anci, l'Associazione dei Comuni italiani,  si  e'  limitata  a  dare
sintetica    notizia   dell'incontro,   precisando  che  i  tempi  di
consultazione e di elaborazione saranno piuttosto serrati,  in  quanto
il ministro dell'istruzione Fioroni vorrebbe presentare alle scuole il
lavoro della commissione per il prossimo  anno  scolastico,  anche  se
“non si trattera' di Indicazioni definitive - precisa l'Anci -  queste
infatti    saranno   suscettibili  di  revisione.  Solo  dopo  averle
direttamente sperimentate nelle aule scolastiche ed  aver  raccolto  i
suggerimenti, le Indicazioni potranno essere definitivamente integrate
e corrette”.
La Flc Cgil riserva a questo primo  incontro  al  ministero  un  ampio
spazio sul proprio sito  (www.flcgil.it),  esprimendo  valutazioni  di
metodo e di merito sui documenti della commissione (oltre al documento
di base presentato il 3 aprile scorso, vi e' anche  un  documento  sui
nuovi curricoli consegnato alle associazioni).
Il sindacato di Panini e' comunque critico sulla tempistica voluta dal
ministro Fioroni.
“La tempistica e' sbagliata, troppo affrettata, dal momento che questi
documenti devono contenere aspetti di forte prescrittivita'. Questo da
una parte non consente ai docenti di  interiorizzare  come  dovrebbero
l'innovazione, cogliendone tutte le implicazioni ed apprestandosi,  in
piena consapevolezza, a realizzarle. Dall'altra  c'e'  il  rischio  di
produrre documenti di basso profilo che non coinvolgono  profondamente
l'interesse professionale dei docenti”.
Insomma tempi distesi per un cambiamento che non sia solo di facciata,
suggerisce il sindacato.

____________________________________________________________


PRESTITI DOPPIOQUINTO

Telefona al N° Verde 800.13.33.49, per entrare in contatto con la sede
DOPPIOQUINTO piu' vicina, ed individuare le OFFERTE FINANZIARIE
piu' adatte a te.

http://www.doppioquinto.it

____________________________________________________________


3. L'attuazione del Titolo V:  risposta  ad  un'esigenza  reale  e…  a
qualche provocazione

C'e' attesa per l'avvio dei lavori in sede di Conferenza Unificata per
l'attuazione per il settore istruzione e formazione del Titolo V parte
seconda della Costituzione, sulla base del Master  Plan  delle  azioni
approvato il 14 dicembre 2006 dalla Conferenza delle Regioni.
L'iniziativa assunta del ministro della  PI  Fioroni  dopo  l'incontro
dello   scorso  28  marzo  con  gli  assessori  regionali,  capitanati
dall'assessore per il Lazio Silvia Costa, di chiedere formalmente alla
collega Lanzillotta di avviare un confronto  istituzionale  di  merito
con le Regioni e' la testimonianza di una definita  volonta'  politica
di procedere alla riorganizzazione del sistema scuola in coerenza  con
il  Titolo  V.  Siamo  quindi  alla  vigilia  di  un  passaggio  molto
importante.
Il Master Plan, che individua a  livello  “macro”  gli  ambiti  e  gli
oggetti    del  trasferimento  in  relazione  alle  funzioni  ed  alle
competenze in capo alle Regioni, puo' segnare la strada da seguire per
favorire la collaborazione interistituzionale ed accelerare i tempi di
definizione per il settore scuola di una  proposta  condivisa  tra  il
Ministero della Pubblica Istruzione, le Regioni e  gli  altri  livelli
istituzionali a diverso titolo coinvolti nel processo attuativo.
La  ricollocazione  del  nuovo  quadro  delle  competenze  ai  livelli
adeguati di legislazione  e  di  gestione  amministrativa,  statale  e
regionale, si deve  porre  l'obiettivo  di  rendere  piu'  efficaci  i
rapporti tra centro e periferia e di responsabilizzare maggiormente  i
governi locali e regionali. E cio'  puo'  concorrere  a  contenere  le
fughe in avanti di alcune Regioni, e il “movimento” degli enti  locali
verso le piu' ricche e assistite Regioni autonome  confinanti,  capaci
di garantire loro prestazioni e  benefici  maggiori:  sono  oltre  una
trentina i comuni veneti che lavorano per cambiare regione.
La possibile  geografia  mobile,  che  non  e'  il  risultato  di  una
“vocazione” o di una “identita'”  territoriale  ma  della  convenienza
rispetto   ad  interessi  particolari,  e'  l'effetto  finale  di  una
incapacita' di portare a  termine  le  riforme  avviate  negli  ultimi
quindici anni.
Siamo di fronte ad una questione istituzionale molto seria che rischia
di precipitare e che  tra  l'altro  pone  la  delicata  questione  del
trattamento diverso che lo Stato riconosce alle Regioni autonome.

____________________________________________________________


PRESTITO MINISTERIALE

Sappiamo che non hai tempo da perdere, ecco perche' il Gruppo Power
Service dispone di operatori preparati a rispondere rapidamente
ad ogni tua domanda.
Prestito Ministeriale convenzionato, chiama subito allo 024390009, web

http://www.powersrv.it

____________________________________________________________


4. Il Borsino delle professioni: un progetto che guarda lontano

Il 13 aprile a Vittorio Veneto si e' svolto il  convegno  “Il  Borsino
delle Professioni – I giovani e le nuove opportunita'”,  promosso  dal
Consorzio    Istruzione  e  Formazione.  L'iniziativa  ha  offerto  un
significativo contributo sul piano concreto ed operativo al  dibattito
sulla scuola  secondaria  superiore  alla  luce  anche  dei  contenuti
dell'articolo 13 del decreto legge Bersani.
Il Direttore Generale di Veneto Lavoro Sergio Rosato  ha  sottolineato
che “con il Borsino abbiamo  costruito  un  esperanto,  un  linguaggio
comune”.    Le    competenze   assicurate  dalla  scuola,  le  figure
professionali richieste dal mercato del lavoro e  le  descrizioni  dei
percorsi    professionali   utilizzate  dai  sistemi  statistici  sono
omogenee, in quanto descritte in uno  stesso  linguaggio.  L'obiettivo
forte della sperimentazione del  Borsino  e'  “quotare”  i  titoli  di
studio a seconda degli sbocchi che offrono, con meccanismo  analogo  a
quello borsistico.
Il  progetto  di  ricerca  del  Borsino  ha  interessato  11  percorsi
curricolari (3 tecnici,  1  liceale,  7  professionali)  in  6  scuole
superiori della provincia di Treviso; si e' cercata la  corrispondenza
di questi 11 percorsi con 30 figure  professionali  distribuite  in  9
aree.
Nel corso dei lavori e' stato presentato  il  prototipo  del  “Borsino
online”: una banca dati su scuole, qualifiche  e  competenze  fornite,
figure professionali di sbocco. L'obiettivo dei  partner  del  Borsino
delle Professioni e' anche  arrivare  a  realizzare  un  sistema  che,
sfruttando  i  meccanismi  borsistici,  riesca  a  fornire  previsioni
attendibili sulle evoluzioni del mercato del lavoro.
Positive le reazioni politiche. Elena  Donazzan,  assessore  regionale
alla formazione della Regione Veneto ha  manifestato  l'intenzione  di
voler “applicare la metodologia del Borsino delle Professioni a  tutto
il sistema dell'orientamento della Regione Veneto,  di  voler  mettere
gli esiti della sperimentazione a  disposizione  di  tutte  le  scuole
superiori del Veneto”.
“Speriamo che il Borsino -  ha  detto  il  Preside  Pietro  Panzarino,
Presidente del Consorzio Istruzione e  Formazione  Superiore  -  possa
rappresentare uno degli elementi costitutivi della Borsa Nazionale del
Lavoro. Prima con la sperimentazione estesa a tutto il Veneto  e  poi,
valutati i risultati, a tutto il territorio nazionale.
Il Borsino - ha concluso il Panzarino, vero artefice della  iniziativa
- rientra nell'ottica di un “patto  forte  tra  scuola,  formazione  e
impresa” per consolidare una relazione piu' integrata e  virtuosa  tra
mondo della scuola e della formazione e mondo del lavoro.

____________________________________________________________


LA FONDAZIONE CARAPELLI PER LE SCUOLE.

L'Istituto Nutrizionale Carapelli Fondazione Onlus per il 2007
Ha rivolto la sua attenzione ai piu' piccoli, per insegnare, tramite
Le scuole, l'importanza di una corretta alimentazione e dell'olio,
insegnando anche i rudimenti dell'analisi sensoriale.
Per saperne di piu':

http://www.istitutonutrizionalecarapelli.it

____________________________________________________________


5. La Francia al voto. Per quale scuola?

Domenica    prossima  i  francesi  saranno  chiamati  ad  eleggere  il
Presidente    della   Repubblica,  ed  e'  naturale  che  i  candidati
all'incarico    si    confrontino   anche  su  un  tema  come  quello
dell'educazione, da sempre molto sentito dall'opinione pubblica.
Il dibattito e il confronto riguardano in particolare il destino della
“carte scolaire”, la legge che vincola le famiglie ad avvalersi  delle
scuole pubbliche situate nel luogo di residenza,  a  salvaguardia  del
principio di eguaglianza che e' alla base della “scuola repubblicana”.
Se'gole'ne Royal, la  candidata  socialista,  condivide  in  proposito
l'opinione della maggioranza degli  insegnanti  (55%)  che  il  rigore
della norma vada attenuato, ma che essa non  debba  essere  soppressa,
come propone invece Sarkozy, in questo approvato  solo  dall'8%  degli
insegnanti francesi.
Secondo la Royal occorre rivedere la carte scolaire ampliando le  zone
in modo da evitare la formazione di  ghetti  scolastici:  la  “mixite'
sociale” dovrebbe essere assicurata dalla compresenza in ogni zona  di
scuole di diversa tipologia, tradizione e  qualita'.  Sarkozy  propone
invece di obbligare le singole  scuole  ad  assicurare  la  “mixite'”,
lasciando pero' libere le famiglie di scegliere  senza  alcun  vincolo
territoriale. Ma trova pochi consensi nel mondo della scuola.
Gli insegnanti francesi sono insomma tradizionalmente  piu'  orientati
verso la sinistra, ma la situazione per la Royal si  e'  complicata  a
seguito della  crescita  dei  consensi  che  andrebbero  al  candidato
centrista Bayrou, gia'  ministro  dell'Educazione  in  un  governo  di
centro-destra.  Secondo  uno  dei  principali  istituti  di  sondaggi,
l'Ifop, la Royal otterrebbe al primo  turno  il  31%  dei  voti  degli
insegnanti, contro il 27% di Bayrou, il 19% di Sarkozy e il 3%  di  Le
Pen. In caso di ballottaggio con Sarkozy, la Royal vincerebbe  con  il
62% contro il 38% (si parla sempre del voto degli insegnanti),  ma  il
risultato sarebbe in bilico nel caso che a contenderle  la  presidenza
fosse Bayrou.

____________________________________________________________


UN TESORO DA GUSTARE

Un chilogrammo di Grana Padano racchiude la forza di oltre 15 litri
di latte italiano. E cento grammi di formaggio contengono le stesse
proteine di 200 grammi di carne. Inoltre abbondano le vitamine
ed i sali minerali.

http://www.granapadano.it

____________________________________________________________


--------------------------------------

Ed ecco le altre notizie di TuttoscuolaFOCUS n.189/288:

- Scioperi rinviati, ma non ovunque
- Scioperi e ritenute. Parliamone
- Nuove Indicazioni nazionali. L'importanza delle procedure
- Istituti e poli tecnico professionali in cerca di identita'
- Congresso SDI: per una scuola pubblica meritocratica

Per consultare TuttoscuolaFOCUS clicca qui:
http://www.tuttoscuola.com/focus


____________________________________________________________


GRANAROLO

Insieme a Uisp nel progetto Sani stili di vita contro l'obesita'
infantile. Il progetto, su 10 classi di scuole elementari del
bolognese, prevede laboratori didattici su sana alimentazione e sport,
rivolti a bambini, insegnanti e genitori.

http://www.granarolo.it

____________________________________________________________



E poi tutte le scadenze del prossimo mese, commentate e spiegate. Ecco
gli argomenti di TuttoscuolaMEMORANDUM di questa settimana:

- sciopero comparto scuola – revoche e conferme
- VIII Settimana Nazionale di Astronomia
- preiscrizioni universitarie
- aggiornamento e integrazione graduatorie ad esaurimento
- cattedre vacanti presso scuola militare "Nunziatella"
- movimenti docenti scuola dell'infanzia
- Esperti Nazionali Distaccati

TuttoscuolaFOCUS e' riservato agli abbonati on line.
Per i non abbonati e' possibile acquistare il numero 189/288 di
TuttoscuolaFOCUS al costo di 1 euro+iva. Per informazioni cliccare
qui: http://www.tuttoscuola.com/focus
(e' necessario essere collegati a internet per richiedere e scaricare
la newsletter.
NB cliccare li' NON COMPORTA ALCUN IMPEGNO, consente solo di visionare
le condizioni per accedere al servizio), oppure telefonare al n.
06/6830.7851)
Per abbonarsi: http://www.tuttoscuola.com/offerta/


RIPRODUZIONE RISERVATA

Direttore: Giovanni Vinciguerra

Per  iscrivere  un'altra  persona o per rimuoverti da questa
newsletter vai all'indirizzo:

                 http://www.tuttoscuola.com

Per commenti, informazioni o suggerimenti: redazione@tuttoscuola.com

Per consultare i numeri arretrati di "TuttoscuolaNEWS": http://www.tuttoscuola.com

Chi è interessato a ricevere anche la newsletter dell'ANP (Associazione nazionale dirigenti e alte professionalità della scuola) puo' iscriversi dal sito
www.anp.it 

************************************************************
Editoriale Tuttoscuola srl
Via della Scrofa, 39 - 00186 Roma, Italia
Tel. 06.6830.7851 - 06.6880.2163
Fax  06.6880.2728
Email: tuttoscuola@tuttoscuola.com



Galateo - Privacy - Cookie