Info Visita RCM Registrati Aiuto Eventi@MI Cerca Novità Home Page di RCM Logo di RCM Logo associazioni.millano.it
Up One Level  Up One Level
New Message  New Message
Reply  Reply
Forward  Forward
Previous in Thread  Previous in Thread
Previous Unread  Previous Unread
Next in Thread  Next in Thread
Next Unread  Next Unread
Help  Help
FAQ  FAQ
  Message  

Message 

Postmark
   
Home Page  •  rcmweb  •  drogasuweb  •  droga milano forum  •  Message
 
  Friday 24 June 2005 09:56:22  
From:
ale459ct@tin.it  ,RCM Service GW   ale459ct@tin.it ,RCM Service GW
 
Subject:

Re: Milano: campagna preventiva

 
To:
Droga Milano Forum   Droga Milano Forum
 
24/06/2005 09:56:22

""Italia. Milano: campagna preventiva
 
 Come nel resto d'Italia, secondo quanto era emerso da una recente ricerca, anche a Milano aumenta il consumo di droga in eta' scolare soprattutto per le ragazzine (l'esordio addirittura a 11 anni), quella preferita e' la cocaina e il luogo in cui la si consuma non e' la discoteca, ma casa propria. E' il risultato di un' indagine del Comune di Milano su un campione di 2.500 giovani dai 13 ai 40 anni, frequentatori di locali pubblici, in vista di una nuova campagna informativa.""

Sono mamma di due figli, una ragazza di 13 anni e un maschietto più piccolo.
Non ho alcun motivo di dubitare sui dati allarmanti (o allarmistici ?) distribuiti sul problema droga.
Mi chiedo però alcune cose:
è corretto mettere in evidenza i dati in questo modo ? Cosa vuol dire "esordio a 11 anni" cosa significa ? Che su un campione di 2500 persone alcune di esse hanno dichiarato un inizio a quell'età ? Alcune, tutte, la maggioranza ? Certo è un dato preoccupante e non ho alcun motivo di dubitare della buona fede dei ricercatori, ma forse cercando bene potremmo trovare magari anche un caso di esordio a 7 anni oppure a 6 perchè no ?
Non capisco nemmeno perchè utilizzare un campione su frequentatori di discoteca: perchè non dell'oratorio, del centro sociale o dello stadio ?
Forse ci troveremmo dei credenti in Dio, dei ragazzi socialmente impegnati o dei tifosi.
Forse potremmo avere dei risultati diversi, non pensate ?
Infine mi rende perplessa che si metta sempre in evidenza la parte di gioventù già a contatto con la droga: in che porzione e in quale percentuale possiamo considerarla rispetto ad una popolazione di giovani della stessa età sani e senza queste abitudini e caratteristiche.
L'immagine dei media è sempre una catastrofe. Spero che non sia così.
Donatella

   



Galateo - Privacy - Cookie