Info Visita RCM Registrati Aiuto Eventi@MI Cerca Novità Home Page di RCM Logo di RCM Logo associazioni.millano.it
Up One Level  Up One Level
New Message  New Message
Reply  Reply
Forward  Forward
Previous in Thread  Previous in Thread
Previous Unread  Previous Unread
Next in Thread  Next in Thread
Next Unread  Next Unread
Help  Help
FAQ  FAQ
  Message  

Message 

Postmark
   
Home Page  •  rcmweb  •  fnm  •  Fiori non mine  •  Message
 
  Thursday 11 February 1999 21:48:46  
From:
Valerio Cimbro   Valerio Cimbro
 
Subject:

Nuove speranze ?!?

 
To:
Fiori non mine   Fiori non mine
 
Si useranno i neutroni contro le mine.

Sperando che non finisca nel nulla, come buona parte
delle scoperte, ecco un nuovo metodo per il ritrovamento
di ordigni inesplosi.
Le mine antiuomo, come tutti gli esplosivi, contengono
molto azoto, quindi basta rilevare una elevata quantità
di questo elemento per essere certi della presenza di
una mina.
Esiste però una complicazione: la concentrazione di azoto
non può essere rilevata direttamente, prima bisogna
colpire il nucleo dell'atomo dell'azoto con il californio,
un elemento che produce neutroni in grande quantità,
poi con speciali attrezzature bisogna rilevare i raggi
gamma liberati da questo "scontro".
Questo sistema, battezzato con il nome di Explodet, è stato
messo a punto dall'Istituto nazionale di fisica nucleare
di Pavia a seguito dei troppi falsi allarme dati dai
tradizionali metal-detector che in circa il 95% dei casi
rilevavano lattine di alluminio o innocui pezzi di metallo.

Colgo l'occasione per ricordare che ogni anno in 64 Paesi
del mondo le mine fanno una vera carneficina: ogni mese
esplodono circa 2000 ordigni e, la percentuale di
sopravvivenza e molto bassa.

I comuni cittadini non possono fare altro che tenersi
informati sugli sviluppi e informare i propri conoscenti
che, anche se è molto importante, non basta; per risolvere
il problema all'origine si devono muovere Paesi interi.

Se non si accelera il processo di sensibilizzazione
continueremo ad avere persone morte inutilmente; a chi pensa
che queste cose succedono lontano da loro stessi, si sbagliano
perchè tra i 64 Paesi coinvolti, è compresa anche l'Italia,
paese che nelle due guerre mondiali è stata ricoperta di
mine antiuomo da parte dell'esercito nemico e di bombe
inesplose lanciate dalle squadriglie di aerei nemici.

MUOVIAMOCI, o vogliamo aspettare che il problema si risolva
da solo quando tutti gli ordigni saranno esplosi facendo
ulteriori vittime innocenti ?!?


Galateo - Privacy - Cookie