Info Visita RCM Registrati Aiuto Eventi@MI Cerca Novità Home Page di RCM Logo di RCM Logo associazioni.millano.it
Up One Level  Up One Level
New Message  New Message
Reply  Reply
Forward  Forward
Previous in Thread  Previous in Thread
Previous Unread  Previous Unread
Next in Thread  Next in Thread
Next Unread  Next Unread
Help  Help
FAQ  FAQ
  Message  

Message 

Postmark
   
Home Page  •  rcmweb  •  fnm  •  Fiori non mine  •  rassegna stampa  •  Message
 
  Tuesday 20 April 1999 22:23:21  
From:
Sergio Chiodo   Sergio Chiodo
 
Subject:

Re: Sminiamo le nostre coscienze!

 
To:
Fiori non mine   Fiori non mine
 
Dato che il mio intervento al convegno ha avuto un certo impatto emotivo (mi sono scoperto una vena teatrale assolutamente insospettata ;-), ne riporto qui il testo, caso mai potesse servire a qualcun altro.

Nella maggior parte dei computer del mondo è possibile fare questa operazione: sono stanco, mi voglio rilassare, mi distraggo con un gioco.
Start/programmi/accessori/giochi/campo minato.
E' un gioco che probabilmente tutti voi conoscete. E' molto divertente, si tratta di individuare dove sono nascoste le mine, basandosi sulle informazioni numeriche che vengono fornite. Ad es. se qui c'è scritto 1, vuol dire che in una delle caselle adiacenti, non so in quale, è nascosta una mina. Se in base a un ragionamento logico-aritmetico sono sicuro di averne individuata una, devo segnalarlo, mettendoci una bandierina di pericolo. Se per sbaglio, o per sfortuna, clicco una casella in cui è nascosta una mina, cioè la calpesto, perdo. Perdo..., perdo la partita, ma posso ricominciarne subito un'altra, che problema c'è?
Ma, forse un problema c'è: c'è che un po' in tutto il mondo, nei paesi dove è più difficile trovare i computer, non è impossibile trovare ugualmente dei campi minati, dei campi minati veri, con le mine, vere, e se uno le calpesta perde. Perde... perde una gamba, o la vita.
E' un accostamento un po' forzato? non lo so, vorrei solo che riflettessimo su alcuni dati: mentre noi nei nostri uffici, nelle nostre case, nelle nostre scuole, giochiamo a campo minato, ci sono più di 100 milioni di mine in agguato che minacciano gli abitanti di paesi in cui c'è stata una guerra, magari finita da decenni. Ma le mine non sanno che la guerra è finita, ed esplodono lo stesso, al ritmo di 2000 al mese, 70 al giorno, una ogni venti minuti. Una ogni venti minuti. Le vittime sono soprattutto civili, uomini che lavorano nei campi, bambini che giocano. Forse sapete che alcune mine sono fatte a forma di farfalla, in modo che i bambini possano esserne incuriositi. E non esplodono subito, ma solo dopo che sono state maneggiate un po', in modo che il bimbo abbia il tempo di portarla a casa e di farla vedere ai genitori, agli amichetti.
Le mine antiuomo sono forse il tipo di arma più vigliacco e più vergognoso che l'uomo abbia mai ideato.
E noi cosa c'entriamo? Ma, forse qualcosa c'entriamo. Intanto mi sembra per lo meno di cattivo gusto giocare con un campo minato virtuale. Poi, oltre che di cattivo gusto, mi sembra anche diseducativo: dato che noi siamo educatori, forse ci dovremo fare carico di questo problema. Forse potrebbe essere utile andare a scuola e far riflettere i nostri studenti sul problema. Potremmo magari proporre di cancellare quel gioco dai computer della scuola. Sarebbe una concreta presa di coscienza.
Penso che vi risponderanno: ma il gioco è bello, non vogliamo rinunciarci. Sono d'accordo, il gioco è bello. Forse si potrebbe rinunciare ad un gioco, se la motivazioe è forte, come in questo caso. Ma non ce n'è bisogno: Basterebbe scrivere alla Microsoft e chiedere di cambiare il gioco, mettendo, ad es, dei fiori al posto delle mine. Bisogna evitare di calpestare i fiori, ma se li calpesti perdi la partita, ma ci si salva la coscienza.
Io ho scritto alla Microsoft, anche Gino Strada, il fondatore di Emergency, una delle associazione che più si dà da fare per aiutare le vittime delle mine, ha scritto alla Microsoft, ma non abbiamo ottenuto risposta. Allora mi sono creato io il gioco alternativo. Eccolo: si chiama Campo Fiorito. Quando abbiamo individuato un fiore, per non calpestarlo, non devo mettere una bandiera con la scritta "pericolo di morte", ma ci poso una farfalla.
Chi vuole avere il programma Campo fiorito, lo può scaricare dal sito della campagna http://users.iol.it/bottoni/ICBW 
Invito comunque tutte le scuole a dare un segnale di impegno civile cancellando campo minato dai propri computer. Se mi comunicate il numero di computer bonificati, quando arriveremo a cifre significative potremmo, chissà, ottenere un risultato concreto. C'è ancora molto da fare: il trattato di Ottawa ha messo al bando le mine, è vero, ma gli USA non l'hanno sottoscritto. E se la NATO adesso decidesse (se non lo sta già facendo) di utilizzare le mine antiuomo in Yugoslavia, non so se verrebbe frenata dal parere contrario degli alleati.
E poi restano le mine già sul terreno: al ritmo attuale ci vorrebbero decenni per disinfestare i terreni minati. E le vittime, quelle che non muoiono (e sono la maggior parte, perché lo scopo delle mine non è quello di uccidere, ma di fiaccare il morale, di ferire il fisico e il morale) le vittime vanno curate, bisogna fornirgli le protesi...Le protesi sono costose, e un bambino ne cambia diverse nel corso della sua vita.
Sì, credo proprio che non sia una buona cosa giocare con un campo minato, sia pure virtuale.


Galateo - Privacy - Cookie