Info Visita RCM Registrati Aiuto Eventi@MI Cerca Novità Home Page di RCM Logo di RCM Logo associazioni.millano.it
Up One Level  Up One Level
New Message  New Message
Reply  Reply
Forward  Forward
Previous in Thread  Previous in Thread
Previous Unread  Previous Unread
Next in Thread  Next in Thread
Next Unread  Next Unread
Help  Help
FAQ  FAQ
  Message  

Message 

Postmark
   
Home Page  •  rcmweb  •  iidp  •  Israele  •  Shoah  •  Analisi e commenti  •  Message
 
  Saturday 8 February 2003 22:03:35  
From:
Paolo Romeo   Paolo Romeo
 
Subject:

Tra storiografia e coscienza civile

 
To:
Israele   Israele
 
GIORNATA DELLA MEMORIA 2002
DEPORTAZIONI E SHOAH
TRA STORIOGRAFIA E COSCIENZA CIVILE


Fonte : http://www.treccani.it/iniziative/cs12.htm

Nella Giornata della Memoria - in occasione dell'anniversario della liberazione dei prigionieri del campo di concentramento di Auschwitz (27 gennaio 1945) - il ricordo di milioni di ebrei vittime del genocidio nazista, l'Istituto della Enciclopedia Italiana, in collaborazione con l'Associazione Nazionale Ex Internati, la Federazione Nazionale Insegnanti, la Comunità Ebraica di Roma e il Centro di Cultura Ebraica di Roma, ha organizzato il convegno Deportazioni e Shoah tra storiografia e coscienza civile, che si terrà nella Sala Igea di Palazzo Mattei di Paganica (piazza della Enciclopedia Italiana 4 - Roma), storica sede della Treccani, il 28 gennaio alle ore 15.30.
Con il termine shoah (letteralmente "tempesta devastante"), nell'uso più recente, si fa riferimento allo sterminio di sei milioni di ebrei durante il secondo conflitto mondiale, ma quello che maggiormente colpisce sono l'unicità e la specificità dell'evento, determinate dal contesto di una persecuzione più che bimillenaria, che risale all'antichità pagana, quando l'ebraismo era esposto a un disprezzo sferzante a causa del monoteismo che lo contraddistingueva, per continuare con l'antigiudaismo cattolico, almeno da quando il cristianesimo messianico delle origini si tramutò, da setta ebraica eterodossa, in religione dell'Impero e trovò in san Paolo l'impianto accusatorio di condanna perenne del popolo deicida. Da allora, massacri innumerevoli, roghi di innocenti e dei loro libri di preghiera, legislazioni restrittive, chiusura nei ghetti, discriminazioni, processi, forzate conversioni, tutti atti accompagnati da una permanente predicazione tendente a indicare negli ebrei la causa prima della loro stessa dannazione. Fino a quando un carnefice munito di potere totalitario propose la "soluzione finale", mirante non solo ad allontanare gli ebrei dalla società civile, ma a neutralizzare completamente l'etnia semitica, a "liberare l'umanità dall'infezione ebraica", come sosteneva il teorico nazista Alfred Rosenberg.
All'incontro parteciperanno Francesco Paolo Casavola, Presidente della Treccani, Luisa La Malfa, Presidente della Federazione Nazionale Insegnanti, Leone Paserman, Presidente della Comunità Ebraica di Roma, e Max Giacomini, Presidente dell'Associazione Nazionale Ex Internati. Interverranno Massimo Ferrari Zumbini (Alle origini dell'antisemitismo hitleriano), Gerhard Schreiber (La deportazione dei militari italiani nei campi di prigionia) e Mario Toscano (L'ebraismo italiano dalle leggi razziali alla shoah).


Per maggiori informazioni:
Ufficio Stampa e Relazioni Esterne
tel. 06/68982347 - fax 06/68982266
e-mail ufficiostampa@treccani.it


Galateo - Privacy - Cookie