Info Visita RCM Registrati Aiuto Eventi@MI Cerca Novità Home Page di RCM Logo di RCM Logo associazioni.millano.it
Up One Level  Up One Level
New Message  New Message
Reply  Reply
Forward  Forward
Previous in Thread  Previous in Thread
Previous Unread  Previous Unread
Next in Thread  Next in Thread
Next Unread  Next Unread
Help  Help
FAQ  FAQ
  Message  

Message 

Postmark
   
Home Page  •  rcmweb  •  referendum2000  •  Polis  •  VERDI  •  Interventi  •  #8272942
 
  Tuesday 11 November 1997 00:03:53  
From:
Fiorello Cortiana   Fiorello Cortiana
 
Subject:

obbedienza civile

 
To:
Polis   Polis
VERDI - LD   VERDI - LD
 

                    ATTO DI OBBEDIENZA CIVILE

  La legge n. 334 del 1997 (in Gazzetta Ufficiale 4/10/1997) ha
attribuito ai ministri e sottosegretari non parlamentari
un'indennita' che equipara il loro trattamento retributivo a
quello dei ministri e sottosegretari parlamentari. La legge e'
obiettivamente ragionevole in quanto si informa al principio che
attivita' e responsabilita' identiche, o comunque assimilabili,
debbano essere remunerate con eguali compensi.
  Gli effetti della legge possono pero' essere valutati anche da
un punto di vista soggettivo, in rapporto alle proprie attuali
condizioni, abitudini e convinzioni di vita. Sotto questo
profilo, assolutamente personale e, in quanto tale, non
suscettibile di generalizzazioni, il beneficio economico che
deriverebbe al sottoscritto appare eccessivo.
  Sono stato nominato Sottosegretario di Stato del tutto
inaspettatamente. Ho accettato l'incarico con sofferto entusiasmo
e con il proposito esclusivo di contribuire alla realizzazione
del programma di risanamento e di rinnovamento del Governo
presieduto da Romano Prodi. Essere destinato al Dipartimento
della Funzione Pubblica affidato al Ministro, amico e collega,
Franco Bassanini, impegnato nella piu' vasta riforma
amministrativa mai tentata nel nostro Paese, e' stato per me
ulteriore motivo di grande soddisfazione anche professionale. La
mia scelta non e' stata minimamente influenzata da aspettative di
miglioramento economico. Quale professore universitario collocato
in aspettativa obbligatoria avrei conservato lo stipendio,
integrato da una modesta indennita' di funzione, comunque
sufficiente a compensare le spese di soggiorno a Roma. Avrei
dunque mantenuto lo stesso soddisfacente tenore di vita, che
reputo adeguato anche a far fronte alle esigenze della mia
famiglia.
  Il sostanzioso incremento retributivo disposto dalla legge
sopracitata rappresenta per quanto riguarda il mio personale e
irrinunciabile equilibrio e stile di vita un'imprevista
"eccedenza" che ritengo giusto destinare integralmente a un uso,
per cosi' dire, sociale e pubblico. Ribadisco che non si tratta
ne' di un sacrificio (non perdo nulla), ne' di una rinuncia.
Tuttalpiu' si tratta di una semplice manifestazione di coerenza
con quanto ho sempre pensato e scritto anche come studioso; e
cioe' che l'impegno politico e istituzionale, anche se faticoso e
svolto con rigore e dedizione, non dovrebbe produrre in favore di
chi liberamente lo assolve un "valore aggiunto" di natura
economica.
  Gli emolumenti eccedenti, determinati al netto delle imposte e
degli oneri contributivi, ammontano a lit. 57.230.227 su base
annua (il loro computo e' esposto nel prospetto allegato).
  Intendo suddividere tale somma in quattro quote eguali, in
rapporto alle dimensioni della solidale convivenza che, a mio
avviso, dovrebbero valorizzare l'esistenza delle persone e, in
particolare, di quanti si trovano in situazioni di privilegio
economico.
  La prima quota la assegno alla dimensione della cooperazione
internazionale, mettendola a disposizione dell' "Agenzia n. 1,
per Ayame'", che nel 1991 ha adottato a tempo indeterminato una
situazione disagiata nel mondo (appunto Ayame', in Costa
d'Avorio) contribuendo annualmente al suo sviluppo in campo
sanitario.
  La seconda quota la assegno alla dimensione del soccorso
nazionale, mettendola a disposizione dei Presidenti delle Regioni
Umbria e Marche per le iniziative di ricostruzione delle zone
sconvolte dai recenti terremoti.
  La terza quota la assegno alla dimensione dell'assistenza e
dell'integrazione nella comunita' di appartenenza, mettendola a
disposizione della "Casa del Giovane di Pavia", che opera allo
scopo di restituire dignita' e senso della vita ai giovani in
condizioni di grave disagio (in particolare tossicodipendenti) e,
piu' in generale, alle persone ai margini della societa' e in
stato di abbandono.
  La quarta quota la assegno alla dimensione dell'impegno civile
e politico, ripartendola tra la Federazione nazionale dei Verdi
(partito a cui non sono iscritto) e l'associazione "Nessuno
tocchi Caino", impegnata a far valere l'insopprimibile diritto
alla vita contro l'orrore della pena di morte prevista e
praticata ancora da troppi stati anche ad ordinamento liberale.
  Ritengo giusto e utile rendere pubblica questa mia decisione
non solo in quanto la considero un atto di obbedienza civile, ma
anche in quanto puo' stimolare qualche ragionamento individuale e
collettivo sulla qualita' della vita di ciascuno in rapporto a
quella altrui. In particolare si potrebbe ricominciare a
riflettere sulle forme di benessere insostenibile di pochi che
affliggono soprattutto le societa' avanzate contemporanee, causa
non ultima dell'insostenibile e crescente disagio in cui si trova
la gran parte dei viventi nel mondo.

                        Ernesto Bettinelli

  Roma 10 novembre 1997



Prospetto e calcolo dei benefici economici netti disposti dalla
l. 2.10.1997 n. 334 (art. 1,c. 3)

Ai sensi  della legge  sopracitata l'indennita' aggiuntiva lorda
annua disposta per i Ministri e Sottosegretari non parlamentari
e' pari all'indennita' parlamentare decurtata dalle somme
percepite a titolo retributivo da altre amministrazioni.

  Nel caso che mi riguarda la situazione e' la seguente:

Indennita' parlamentare a. l. = 215.024.688
Retribuzione a. l. prof. un. ord. a tempo pieno (cl. V) =
88.549.049
Differenza (beneficio lordo) = 126.475.639
Detrazioni per imposte e contributi di legge = 69.245.412
Beneficio annuo netto devoluto alle iniziative indicate =
57.230.227

Pertanto  mensilmente (per tutta la durata dell'incarico di
Sottosegretario di Stato) provvedero' ai seguenti versamenti
nelle forme che concordero' con i destinatari:

  Agenzia n. 1, per Ayame': 1.200.000
  Presidenti Regioni Umbria-Marche (pro-terremotati): 1.200.000
  Casa del Giovane di Pavia: 1.200.000
  Federazione nazionale dei Verdi: 600.000
  Nessuno tocchi Caino: 600.000



  NOTIZIE PERSONALI:
    Imponibile IRPEF/1996: 107.351.000
    Imponibile IRPEF/1996 della moglie (insegnante): 40.405.000
    Figli a carico:   2 (studenti universitari).

--=====================_879188690==_
Content-Type: text/plain; charset="us-ascii"


 


Galateo - Privacy - Cookie