Info Visita RCM Registrati Aiuto Eventi@MI Cerca Novità Home Page di RCM Logo di RCM Logo associazioni.millano.it
Up One Level  Up One Level
New Message  New Message
Reply  Reply
Forward  Forward
Previous in Thread  Previous in Thread
Previous Unread  Previous Unread
Next in Thread  Next in Thread
Next Unread  Next Unread
Help  Help
FAQ  FAQ
  Message  

Message 

Postmark
   
Home Page  •  rcmweb  •  rssweb  •  Ricerche Milanesi  •  Message
 
  Friday 29 September 2006 00:13:04  
From:
Paolo Romeo   Paolo Romeo
 
Subject:

Re: Sarcofaghi abbandonati?

 
To:
Ricerche Milanesi   Ricerche Milanesi
 
Cc:
Storia e Tradizioni   Storia e Tradizioni
 
Sono sarcofaghi custoditi all'interno della chiesa di San Nazaro.
Questa chiesa è molto interessante da molti punti di vista.

Nasce nel IV secolo per iniziativa di Ambrogio vescovo di Milano e viene collocata fra le tre basiliche di cui è noto l'intero edificio ambrosiano. Spesso infatti gli edifici religiosi sono un sovrapporsi di diverse strutture, paleocristiane, romaniche e precedenti l'era cristiana (è noto infatti che molti templi cristiani si sono sovrapposti a precedenti templi pagani o ad importanti edifici romani). Anche nel caso di San Nazaro sono state identificate differenti strutture fra cui l'intero corpo ambrosiano.

La chiesa si colloca lungo la via porticata, l'antica via trionfale che accoglieva chi arrivava lungo la strada romana, inserendosi proprio a metà di quella strada ed in posizione perpendicolare. Tale collocazione, sicuramente non casuale, dimostra il ruolo che doveva avere rispetto alla città e quindi rispetto all'impero.

Da quel che sto leggendo mi pare di capire che la chiesa di San Nazaro, voluta da Sant'Ambrogio con il nome di "basilica apostolorum",  fu costruita su un cimitero paleocristiano ma vi si trovarono anche tombe romane. Nell'edificio e all'interno del cortile si trovano colonne di epoca ambrosiana e capitelli romani.

Tra parentesi ho fotografato anche una parte visibile delle fondamenta paleocristiane e vi ho trovato una forte somiglianza a quanto ho fotografato in Piazza Meda. Una curiosità ulteriore è l'abbondanza (la rilevo dai libri che sto consultando più che da ciò che ho visto) di muri costruiti secondo le tecnica muraria paleocristiana (anche questo fotografato anche in Piazza Meda) dell'opus spicatum (si veda nella foto 2 il muro di destra).

28092006_234041_1.jpg
Foto 1

29092006_000614_4.jpgFoto 2

28092006_234229_2.jpg
Foto 3
28092006_234409_3.jpg
Foto 4


Galateo - Privacy - Cookie