Info Visita RCM Registrati Aiuto Eventi@MI Cerca Novità Home Page di RCM Logo di RCM Logo associazioni.millano.it
Up One Level  Up One Level
New Message  New Message
Reply  Reply
Forward  Forward
Previous in Thread  Previous in Thread
Previous Unread  Previous Unread
Next in Thread  Next in Thread
Next Unread  Next Unread
Help  Help
FAQ  FAQ
  Message  

Message 

Postmark
   
Home Page  •  rcmweb  •  stazionecentrale  •  SOS Stazione Centrale  •  BarBoonBand  •  Message
 
  Tuesday 5 April 2005 19:33:31  
From:
Maurizio Rotaris   Maurizio Rotaris
 
Subject:

Re(3): Fiori di strada

 
To:
SOS Stazione Centrale   SOS Stazione Centrale
 
Il Corriere della sera 5 aprile ’05
Cronaca di Milano

Solidarietà/ Una nuova associazione sostiene gli artisti-clochard

Canzoni e poesie fioriscono per strada

Un esempio ? Gli Unza, il gruppo balcanico che ha rivisitato la musica rom. Sono loro i testimonial di un esperimento riuscito, come spiega il presidente di SOS Exodus Maurizio Rotaris, abitualmente impegnato nell’assistenza degli emarginati alla Stazione Centrale e oggi preso dal lancio della nuova associazione “Fiori di Strada” (Piazza Savoia 1 tel. 0266984543), “Gli Unza suonavano nelle metropolitane” spiega “per caso li ha ascoltati un produttore, si sono costituiti in cooperativa e ora hanno un cachet serale di mille euro. Non dico che a tutti quelli che transiteranno da “Fiori di Strada” è garantito lo stesso successo, ma noi partiamo da un dato reale: ci sono artisti che per ragioni diverse vivono in strada e clochard che hanno qualità artistiche. Noi vorremmo valorizzare e promuovere questo patrimonio”. Per SOS Exodus, che ha come slogan “non solo pane, non solo posti letto” questa non è la prima esperienza. Dal 1996 operatori e volontari a volte riuniscono intorno a una chitarra i senza tetto che gravitano intorno alla Stazione: un piccolo gruppo di cantanti, musicisti, poeti. Da questa esperienza è nata la Bar Boon Band  che ha già inciso un cd. “Lavorare con chi vive ai margini – sottolinea ancora Rotaris – non è facile, ma grazie a questa nuova opportunità si stanno creando legami con persone che faticavano ad avvicinarsi. Chi ci porta due note, una poesia, una canzone, sente di stabilire una relazione paritetica ed è più disponibile all’ascolto”

Marta Ghezzi


Galateo - Privacy - Cookie